Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Napoli, fermato per uno scippo al viale Augusto


Napoli, fermato per uno scippo al viale Augusto
09/02/2012, 12:02

Ieri pomeriggio, gli agenti del Commissariato di Polizia San Paolo, hanno sottoposto a fermo di polizia giudiziaria un  46enne napoletano, in quanto gravemente indiziato del reato di rapina in concorso con altra persona in corso di identificazione.

Lunedì mattina, il  46enne ed un suo complice, avevano rapinato una donna in Viale Augusto. Il 46enne si era avvicinato all’autovettura della vittima e con una mossa fulminea le aveva sfondato il vetro anteriore lato guida con una punta di trapano per poi strapparle dall’esterno con violenza la borsa che aveva accanto. La donna aveva invano cercato di opporre resistenza, ma il rapinatore aveva avuto il sopravvento provocandole inoltre una distorsione alla mano sinistra. All’interno della borsa vi erano alcune migliaia di euro in contanti, 2 telefoni cellulari, due carte di credito, una carta bancomat ed alcuni documenti personali. Dopo la rapina il malvivente era quindi salito in sella ad uno scooter guidato dal complice e si era allontanato in direzione Piazzale Tecchio.

In sede di denuncia la donna aveva poi descritto con dovizia di particolari tanto l’abbigliamento quanto l’aspetto fisico dell’uomo che l’aveva rapinata. Ieri mattina, dei poliziotti in servizio di controllo del territorio, hanno notato in Viale Augusto, vicino ad un bar, tre persone in sella a due scooter, che loro passaggio si sono allontanate come per evitare un eventuale controllo. L’atteggiamento sospetto ha sortito l’effetto contrario e gli agenti si sono fermati per controllarle. Nel corso dell’identificazione, hanno però notato che uno dei tre corrispondeva alla descrizione fatta dalla donna rapinata il 7 febbraio nella stessa zona.

Il  46enne è stato quindi condotto in ufficio dove, in seguito ad un accertamento sulla banca dati delle Forze di Polizia, è emerso che il 31 ottobre del 2009, era stato arrestato per una rapina commessa a Cologno Monzese con lo stesso modus operandi. Anche in quell’occasione il 46enne aveva infatti utilizzato una punta di trapano per rompere il vetro dello sportello dell’autovettura.

A questo punto il sospetto malvivente è stato sottoposto ad individuazione di persona e la vittima lo ha riconosciuto senza ombra di dubbio quale l’autore della patita rapina. L'uomo è stato pertanto sottoposto a fermo di polizia giudiziaria e subito condotto alla Casa Circondariale di Napoli – Poggioreale.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©