Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Capodanno: “Sit-in di protesta per sabato 26 marzo alle 12"

Napoli: il parco della Floridiana chiuso a tempo indeterminato

“Ne riproporremo l’acquisto da parte dei cittadini“

Napoli: il parco della Floridiana chiuso a tempo indeterminato
21/03/2011, 15:03

Sullo stato di degrado e di abbandono nel quale versa la villa Floridiana al Vomero,l’unico polmone a verde pubblico a disposizione di circa 120mila residenti interviene ancora una volta Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, dopo la grave decisione di chiudere il parco a tempo indeterminato.  “ Resto sconcertato da questa decisione che testimonia la grave situazione nella quale versa il capoluogo campano, anche per quanto attiene il verde pubblico – afferma Capodanno -. Nei giorni scorsi avevo documentato anche fotograficamente sia l’assurda decisione della presenza del prato sintetico nel parco Mascagna, sia lo stato d’incuria nel quale versava la villa Floridiana “. “ La chiusura del parco è un fatto di una gravità inaudita, rispetto al quale ci auguriamo che venga fatta immediata chiarezza anche da parte degli organi di controllo, trattandosi di un bene pubblico di fondamentale importanza, anche al fine di accertare tutte le eventuali responsabilità – puntualizza Capodanno -. L’allarme era stato lanciato da tempo ma nessuno, neppure il Comune di Napoli, si è fatto avanti per risolvere problemi noti, prima che si arrivasse alla drastica decisione che priva migliaia di persone, per lo più bambini ed anziani oltre ai visitatori che si recano al museo Duca di Martina, di uno spazio vitale “. “ Tempo addietro lanciai la proposta ai napoletani di acquistare la Villa in questione che, in base alla normativa sulla cartolarizzazione, rischiava di finire in mani privati – continua Capodanno -. Con 200 euro ciascuno si sarebbero potuti raccogliere, coinvolgendo 60mila residenti del popoloso quartiere collinare, i 12milioni di euro necessari per l’operazione. Poi intervenne l’amministrazione comunale che s’impegnò a restituire i giardini storici della Floridiana a nuovo splendore, attraverso un idoneo progetto di manutenzione ordinaria e straordinaria “. “ Prendiamo atto, a di distanza di alcuni anni da questi eventi – conclude Capodanno – che nulla è stato concretamente fatto con le conseguenze che oggi sono sotto gli occhi di tutti. A questo punto, a partire da sabato 26 marzo prossimo, quando alle ore 12:00 terremo un apposito sit-in di dinanzi ai cancelli dell’ingresso su via Cimarosa, riprenderemo la campagna di adesioni al progetto per l’acquisto di Villa Floridiana da parte dei cittadini, non avendo più alcuna fiducia nell’azione al riguardo sia della Sovrintendenza che del Comune di Napoli. Invitiamo i cittadini interessati a dare la propria adesione al seguente link su Facebook: http://www.facebook.com/event.php?eid=171828846201437 “. Capodanno, sulla vicenda, in una dura nota di protesta chiede l’intervento immediato anche del Ministro dei Beni culturali affinché il parco della Floridiana possa riaprire al più presto, risolvendo una volta e per sempre gli annosi problemi del giardino storico.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©