Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Un biglietto di scuse per i collaboratori

Napoli, il suicidio del console tedesco Volkel


.

Napoli, il suicidio del console tedesco Volkel
30/07/2009, 16:07

Un gesto inspiegabile da parte di una donna "sempre gentile e cordiale che amava molto Napoli". Così gli addetti alla sicurezza del Consolato della Germania a Napoli hanno commentato il suicidio del console Angelika Volkel, 61 anni, lanciatasi la scorsa notte dal secondo piano della sua abitazione di via Petrarca e finita sulle rampe del garage sottostante dopo un volo di una ventina di metri. A trovare il cadavere, verso le 5.30 di questa mattina, è stato il portiere dello stabile che ha chiamato la polizia. Per dire addio ai suoi collaboratori la Volkel, console di Germania a Napoli dal 2006, aveva lasciato un biglietto di scuse, nel quale faceva riferimento ad un malessere, ma non è chiaro se si tratti di qualche malattia grave o di una forma di depressione. Si è ipotizzato anche che il gesto possa essere stato dettato dalla paura di affrontare una malattia, visto che la donna era in cura presso sanitari tedeschi. La donna, che viveva da sola, ha lasciato anche il numero di telefono di un fratello da avvisare che vive all'estero mentre i genitori si trovano in Germania. L'ultima visita dei parenti a Napoli risale a circa tre mesi fa. Una domestica l'aiutava nelle faccende di casa un paio di volte alla settimana mentre ogni mattina un autista veniva a prenderla per accompagnarla al Consolato. Come racconta Angelo Cardone, portiere dello stabile di via Petrarca 203, negli ultimi tre giorni la donna non era uscita di casa. Nessun dubbio per il commissariato di polizia di Posillipo sulla ipotesi del suicidio. Il corpo è stato portato al II Policlinico dove sarà eseguita l'autopsia. L'indagine è coordinata dal Pm Narducci. "Non è il tempo di fare commenti" - ha detto sulla vicenda l'ambasciatore di Germania in Italia, Michael Steiner, uscendo dalla sede del consolato tedesco di Napoli. Steiner ha incontrato i funzionari del consolato per fare il punto della situazione e all'uscita ha preferito non rilasciare dichiarazioni.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©