Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Napoli. In cella topo d'auto grazie alla telefonata di un cittadino al 113


Napoli. In cella topo d'auto grazie alla telefonata di un cittadino al 113
23/11/2011, 12:11

Ieri notte, gli agenti del Commissariato di Polizia “Decumani”, hanno arrestato un  32enne pluripregiudicato per tentato furto su un’autovettura. L’arresto è avvenuto verso le 02.50 in Via Casanova.

L’intervento dei poliziotti è scaturito da una chiamata al 113 di un anonimo cittadino. La segnalazione descriveva un uomo con una torcia che si aggirava tra le auto in sosta visionandone gli interni.

I poliziotti sono pertanto giunti subito sul posto e dopo una breve ricognizione, hanno sorpreso il  32enne all’interno di una Renault “Scenic” alla quale aveva appena infranto il vetro posteriore.

Il 32enne stava armeggiando sotto il cruscotto ed aveva con se uno stereo probabilmente appena rubato, una mini torcia ed un borsello contenente 4 cacciaviti, 2 forbici, una pinza ed un orologio da polso.

Alla vista dei poliziotti, l’uomo ha maldestramente provato a nascondersi sui sedili posteriori dell’autovettura, dimenticando di aver rotto il vetro di uno degli sportelli, cosa che ha attratto subito l’attenzione degli agenti.

Dopo averlo tirato fuori, i poliziotti hanno anche scoperto che a pochi metri una Peugeot riportava il vetro posteriore rotto nello stesso modo della Renault.

Il  32enne è stato pertanto arrestato ed i proprietari delle due autovetture sono stati rintracciati e convocati presso gli uffici del Commissariato per la presentazione della denuncia.

L’arrestato, annovera numerosi precedenti penali per rapina, produzione e spaccio di sostanze stupefacenti, furto, ricettazione, evasione, falsi in genere ed altri reati minori. Lo scorso 17 maggio era stato inoltre scarcerato per fine pena.

Al momento dell’arresto, l’uomo non ha celato il suo stupore alla notizia che un cittadino lo aveva notato ed aveva segnalato la sua presenza al 113.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©