Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Napoli. In Manette grazie ad un poliziotto libero dal servizio


Napoli. In Manette grazie ad un poliziotto libero dal servizio
04/10/2011, 16:10

Si è trovato nel posto giusto e nel momento giusto, un Ispettore della Polizia di Stato, in servizio presso l’Ufficio Prevenzione Generale della Questura che, nel pomeriggio di ieri, è riuscito a rilevare la targa di uno scooter i cui occupanti, si sono resi responsabili dello scippo di una catenina in oro ai danni di una 63enne.

La vittima, infatti, nella tarda mattinata di ieri, è stata aggredita in Via Monte Bianco, angolo Via Monte Grappa, nel quartiere Secondigliano, da due giovani giunti a bordo di uno scooter Honda.

Poco distante, dove si è verificato l’evento, era di passaggio un Ispettore che vanta al suo attivo un’esperienza trentennale nella Polizia di Stato, libero dal servizio che, avendo assistito alla scena, prontamente è intervenuto, nel tentativo di bloccare i due scippatori che, però, rapidamente si sono dileguati.

Il numero di targa, rilevato dall’Ispettore, ha consentito agli agenti del Commissariato di Polizia “Secondigliano” di rintracciare uno dei responsabili: G.G., di appena 19 anni, arrestato perché responsabile del reato di furto con strappo, in concorso con altra persona.

I poliziotti, dopo aver accertato che lo scooter sul quale viaggiavano gli scippatori, fosse intestato alla mamma del 19enne, hanno raggiunto il giovane presso la sua abitazione nel quartiere Scampia e, nel corso di una perquisizione, hanno anche rinvenuto e sequestrato, all’interno di un mobile della camera da pranzo, un bilancino di precisione nonché dell’hashish dalla quale potevano essere ricavate almeno 30 dosi.

Per il possesso della droga il giovane è stato denunciato in stato di libertà e, processato con rito per direttissima, è stato condannato a scontare 1 anno e 6 mesi di reclusione, beneficiando della sospensione della pena, oltre al pagamento di €.10,000 di multa.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©