Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Napoli, in manette Luigi Sarno


Napoli, in manette Luigi Sarno
08/01/2010, 09:01


NAPOLI – Ieri pomeriggio gli uomini della Squadra Mobile della Questura di Napoli hanno arrestato, sulla base di un’Ordinanza di Custodia Cautelare, Luigi Sarno, nipote del noto capo clan Giuseppe Sarno.
Luigi Sarno, il 27 novembre 2007, in seguito ad una rissa, in concorso con altre persone, aveva ucciso a colpi di pistola Umberto Improta.
In seguito, per tale delitto, è stato processato e condannato a 20 anni di reclusione con sentenza emessa il 18 dicembre 2009.
Il 23 dicembre è stata poi emesse un’Ordinanza applicativa della condanna contro la quale gli avvocati della difesa hanno presentato ricorso al Tribunale del Riesame il quale, non avendo ricevuto il fascicolo relativo al condannato entro i termini previsti, non aveva potuto fare altro che rimettere il condannato in libertà per vizio formale.
Oggi, la V Sezione della Corte d’Assise presso il Tribunale di Napoli, su richiesta del Pubblico Ministero, ha emesso un’Ordinanza di Custodia Cautelare, immediatamente eseguita dagli uomini della Squadra Mobile che hanno raggiunto Luigi Sarno presso l’alloggio dove era sottoposto al regime degli arresti domiciliari per i reati di ricettazione e tentata estorsione relativi ad altro procedimento penale.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©