Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

I Verdi propongono la class action

Napoli: la battaglia contro il rincaro della Tangenziale


.

Napoli: la battaglia contro il rincaro della Tangenziale
08/01/2010, 15:01

NAPOLI - Prosegue l'ondata di indignazione provocata dal rincaro del pedaggio per la Tangenziale di Napoli, portato da 75 a 80 centesimi. Un costo ritenuto ingiustificato, visto che "i napoletani sono gli unici in Italia a pagare un pedaggio per la tangenziale da quasi quarant'anni", ha puntualizzato l'avvocato Gianluca Bozzelli, esponente del movimento Insorgenza Civile che ieri, presso la libreria "Treves" in Piazza del Plebiscito, ha illustrato, insieme al commissario regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, un programma congiunto volta a chiedere l'abolizione della tariffa autostradale. A tal fine è stata indetta una manifestazione per il 15 gennaio, fuori la sede della Tangenziale situata al centro direzionale "per protestare - ha detto Borrelli - contro l'ingiusto balzello che ogni giorno pagano i napoletani". Contro il rincaro della Tangenziale, la Federazione dei Verdi ha inoltre avanzato una proposta di class action: "La tangenziale di Napoli - hanno spiegato Borrelli e il presidente del movimento Insorgenza Civile Nando Dicè - è stata l'unica di una grande area metropolitana costruita con soldi dei privati che poi si sono rivalsi sul popolo napoletano. Era stata realizzata per sopportare 80mila passaggi giornalieri ed essere restituita alla popolazione gratuitamente dopo 33 anni di gestione secondo gli accordi contenuti nella prima concessione Anas.Di anni ne sono passati 38 ed i passaggi giornalieri sono diventati 280mila".
"Nei primi 25 anni - hanno aggiunto - secondo diversi ingegneri (da noi interpellati) che realizzarono l'opera non c'è stato bisogno di realizzare nessun particolare intervento per l'elevata qualità dei materiali con cui è stata costruita la tangenziale. E' evidente che i conti non tornano.Noi vogliamo innanzitutto che nella cerchia urbana della città il pedaggio sia annullato o simbolico (0,10 centesimi) mentre per le tratte extraurbane vogliamo il pedaggio su base chilometrica.In ogni caso abbiamo avviato la Class Action con gli avvocati Amedeo Pisanti e Pietro Marzano incentrata sugli ultimi due aumenti avvenuti a Maggio 2009 e Gennaio 2010 per un totale di 0.10 centesimi.Solo negli ultimi 3 anni la stessa tangenziale ha aumentato il pedaggio del 23% l'aumento stradale più alto d'Italia."
Durante la presentazione è stata illustrata anche l'interrogazione parlamentare che i due movimenti politici hanno chiesto di sottoscrivere ai parlamentari eletti a Napoli e provincia di tutti i partiti e un dossier ambientale sulla gestione della Tangenziale.


Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©