Cronaca / Nera

Commenta Stampa

Il 31enne era ritenuto affiliato al clan Piccirillo

Napoli, la camorra firma un agguato mortale a Mergellina


Napoli, la camorra firma un agguato mortale a Mergellina
21/07/2009, 22:07

Un pregiudicato 31enne, Pasquale Esposito, è stato ucciso nel tardo pomeriggio di oggi nella zona della Torretta, a pochi passi dal lungomare di Mergellina. Gli inquirenti non hanno dubbi: le modalità dell'agguato ed il 'curriculum criminale' dell’assassinato conducono tutti nella direzione, quella dell’omicidio maturato in ambienti di camorra. Potrebbe trattarsi, infatti, dell’ennesimo capitolo, combattuto a colpi di piombo, della guerra che sta coinvolgendo i gruppi camorristici locali per il predominio sulla zona.
Esposito, già noto alle forze dell’ordine, per gli inquirenti era un esponente di spicco del clan Piccirillo. Abitava in vico San Guido, a pochi passi dal luogo della sparatoria. Secondo una prima ricostruzione era sul suo motorino quando, all’angolo tra via Giordano Bruno e via Ian Palach, è stato raggiunto da due persone in sella ad una motocicletta. I sicari hanno aperto il fuoco sparando per tre volte. Una pallottola ha colpito il trentunenne al volto. Un attimo dopo, i killer erano già scomparsi mentre il ferito agonizzava in una pozza di sangue. Esposito è morto di lì a poco, mentre un’ambulanza a sirene spiegate lo trasportava d’urgenza verso il pronto soccorso dell’ospedale Fatebenefratelli.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©