Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

Stessa sorte per De Gregorio e Lavitola

Napoli: la Procura chiede il rinvio a giudizio per Berlusconi


Napoli: la Procura chiede il rinvio a giudizio per Berlusconi
09/05/2013, 20:14

NAPOLI - La Procura della Repubblica di Napoli ha chiesto il rinvio a giudizio per Silvio Berlusconi, con l'accusa di corruzione. La vicenda è relativa ai 3 milioni di euro versati al senatore Sergio De Gregorio, per convincerlo a passare nel 2006 da Italia dei Valori, che faceva parte della maggioranza, all'opposizione. I soldi, secondo quanto appurato, vennero consegnati da Valter Lavitola, direttore dell'Avanti. E infatti anche per De Gregorio e Lavitola è stato chiesto il rinvio a giudizio. 
Il Gip dovrà ora fissare la data del processo, che potrebbe essere non molto lungo: De Gregorio ha reso piena confessione, aiutando gli inquirenti nella ricostruzione dei fatti. Per ora il senatore è agli arresti domiciliari, mentre Lavitola è agli arresti domiciliari da 13 mesi. Ma nel suo caso non c'è solo questo processo, ma anche un patteggiamento per i contributi pubblici indebitamente riscossi dall'Avanti e una condanna di primo grado per l'accusa di estorsione nei confronti di Silvio Berlusconi 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©