Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L’Assocasa denuncia: “Pagati 10 euro per compilare i moduli”

Napoli, la truffa del bando inesistente sull’assegnazione case


Napoli, la truffa del bando inesistente sull’assegnazione case
05/10/2009, 18:10

Arriva dall’Assocasa la notizia dell’ultima truffa escogitata a Napoli, dove alcuni individui fanno leva sulla speranza di ottenere un alloggio per spillare denaro ai malcapitati. In diversi quartieri, infatti, molte persone hanno pagato la somma di dieci euro per la compilazione di una domanda per la partecipazione ad un bando del Comune di Napoli per l’assegnazione di alloggi. Il problema è che il bando in questione non esiste: è solo un raggiro. Tra i coinvolti nella truffa, spiega l’Assocasa in un comunicato inviato all’assessore comunale di Napoli Marcello D’Aponte, ci sarebbero anche ex dipendenti comunali in pensione. “Le domande, - si legge nella nota, - in molti casi sono state presentate al protocollo generale del Comune che, così come è giusto che sia, ha rilasciato regolare ricevuta che è stata poi girata all’aspirante all’assegnazione alloggio come prova”. Una ricevuta dovuta ma che, a conti fatti, non è altro che carta straccia. Si tratta, continua l’associazione degli inquilini, di “una presa in giro ed una truffa per le persone che vivono un disagio abitativo”, che “crea sfiducia e un notevole danno d’immagine nei confronti del Comune che non può rispondere a tale richiesta”.
“Ci permettiamo suggerire, - conclude l’Assocasa, rivolgendosi all’assessore D’Aponte, - dopo che Lei avrà fatto gli accertamenti che ritiene, una dichiarazione pubblica con la quale si possa informare i cittadini che non c’è in essere alcun bando di assegnazione e, quindi, di diffidare dalle persone che propongono domande che non avranno alcun riscontro”.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©