Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Napoli: lavoratori Atitech protestano, la Polizia li carica


Napoli: lavoratori Atitech protestano, la Polizia li carica
29/07/2009, 15:07

Protesta dei lavoratori Atitech, questa mattina all'aeroporto napoletano di Capodichino. L'Atitech è la società che si occupava della pulizia dei velivoli Alitalia, prima del fallimento della compagnia di bandiera e della creazione della CAI. Dato che ad AirFrance non interessava, Atitech è stata lasciata nella "vecchia" Alitalia, cioè la parte che deve essere dismessa. E dall'anno scorso questi lavoratori vivono un futuro che definire precario è un eufemismo. Perchè non si sa se la Atitech verrà venduta o semplicemente dismessa; inoltre i lavoratori non hanno ricevuto l'ultimo stipendio.
E così questa mattina, sono andati all'aeroporto di Napoli, bloccando i check-in dal 36 al 48, impedendo l'accesso ai passeggeri di Alitalia ed AirOne. La Polizia, presente in assetto antisommossa, dopo un po' ha caricato i lavoratori, liberando nuovamente i check-in, ma la tensione rimane alta.
E su questa cosa è duro il rappresentante di uno dei sindacati di categoria, SdL: "Se nelle prossime ore non si dovesse sbloccare positivamente la situazione, a partire dal pagamento immediato degli stipendi e l’avvio immediato di un serrato confronto sul futuro dell’azienda, la lotta in atto proseguirà ininterrottamente". Più diplomatico, ma sulla stessa falsariga il Sindaco di Napoli, Rosa Russo Iervolino: "Le vicende dell’Atitech e del Cai hanno una ricaduta preoccupante sulla situazione occupazionale di Napoli e della Campania. Le lavoratrici e i lavoratori non possono di certo essere lasciati nell’attuale situazione di totale incertezza per il proprio futuro e anche, almeno per Atitech, di mancata corresponsione degli stipendi".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©