Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Napoli: manifestazione Casapuond: mattinata di tensione


Napoli: manifestazione Casapuond: mattinata di tensione
26/11/2011, 11:11

Napoli, 26 novembre - Secondo quanto riportato in una nota stampa di Casapound Italia, "Tre militanti di CasaPound Italia sono rimasti feriti in una carica della polizia scattata nelle vicinanze di piazza Carlo III, a Napoli, dove si stanno cominciando a radunare i partecipanti alla manifestazione nazionale organizzata da Cpi per questo poneriggio. ''Per motivi del tutto inconmprensibili - spiega il presidente di Cpi Gianluca Iannone in una nota - nonostante il presidio fosse autorizzato e tutto si stesse svolgendo nella più assoluta tranquillità, la polizia ha sequestrato il furgone con l'amplificazione che serviva per il comizio di oggi, gli striscioni e le aste delle bandiere. Poi, alle nostre rimostranze, gli agenti in tenuta antissommossa hanno caricato i presenti tre volte di seguito e hanno portato due dei nostri in questura. Tre militanti di CasaPound Italia sono rimasti feriti con prognosi fino ai 10 giorni . Riteniamo l'atteggiamento delle forze dell'ordine immotivato e inqualificabile e chiameremo a rispondere questore e prefetto di qualunque altra cosa dovesse accadere nel prosieguo della giornata''.".  Ma all'interno del furgone la polizia avrebbe rinvenuto materiale offensivo, tra cui bastoni, petardi e striscioni.  Già nella serata di ieri i carabinieri hanno fatto irruzione nella sede di casapound in via foria ponendo sotto sequestro caschi  e gambe di sedie che con molta probabilità i militanti avrebbero potuto utilizzare durante il presidio. Questa la nota stampa della questura di Napoli: " Stamane, poco dopo le 09.00, durante i servizi predisposti per i presidi permanenti delle due manifestazioni organizzate: una da CasaPound ,aderenti al Blocco Studentesco ed al locale movimento HMO in Piazza Carlo III, l’altro da aderenti riuniti sotto la sigla “Napoli Antifa” che comprende “Rete Antirazzista e Antifascista” aderenti ai locali centri sociali, disoccupati organizzati riuniti sotto la sigla Precari BROS e comitati antidiscarica di Chiaiano e degli aderenti ai CARC, nonché militanti della sinistra radicale in Piazza del Gesù., i carabinieri impegnati, in Via Don Bosco, hanno intercettato un furgone sospetto bloccandolo. All’improvviso oltre 30 aderenti di CasaPound, sopraggiunti da piazza Carlo III, hanno tentato di impedire il controllo, che solo l’intervento di altro personale dell’Arma dei carabinieri e della Polizia di Stato ha consentito di portarlo al termine con la scoperta di oltre 100 tra arnesi ed oggetti atti ad offendere. Sono stati sequestrati:  -30 mazze di legno di lunghezza variabile tra i 50 e 60 cm. -50 tranci di cavi elettrici rivestiti di plastica di oltre un metro - 30 bastoni di plastica di un metro  - numerose bottiglie di vetro vuote. Due persone sono state accompagnate presso gli Uffici dei Carabinieri in attesa di accertamenti. Un poliziotto è rimasto contuso durante il controllo.".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©