Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Napoli. Maresciallo libero dal servizio sventa rapina e arresta un 17enne in via Ferraris


Napoli. Maresciallo libero dal servizio sventa rapina e arresta un 17enne in via Ferraris
11/07/2012, 09:07

Un maresciallo dei carabinieri effettivo al nucleo operativo della compagnia di Bagnoli mentre transitava a piedi per via Galileo Ferraris libero dal servizio e in abiti civili, e’ intervenuto nel corso di una rapina a un passante traendo in arresto un 17enne di via sant’attanasio già noto alle forze dell'ordine.

In via Galileo Ferraris, all’altezza della fermata dell’autobus di linea, il maresciallo ha notato 2 malviventi in sella a uno scooter, entrambi a volto scoperto e uno armato di pistola, che aprofittando del traffico avevano rotto con il calcio della pistola il finestrino di una audi grigia in transito intimando al conducente di consegnare il veicolo.

Notata la scena il militare e’ intervenuto ed e’ stato costretto a ingaggiare una collutazione con il malvivente armato riuscendo a disarmarlo e a immobilizzarlo con l’ausilio di una pattuglia della polizia che in quel momento transitava sul posto.

Il complice del minorenne ha invece abbandonato il motociclo, uno scooter honda sh sul quale sono ancora in corso accertamenti, e si e’ dato alla fuga a piedi per le vie limitrofe. Il motociclo e’ stato sottoposto a sequestro insieme a una pistola semiautomatica scenica simile a quelle in uso alle forze dell'ordine modificata e privata di tappo rosso. L’arrestato e’ stato portato all’ospedale san paolo dove gli sono state riscontrate escoriazioni e contusioni al ginocchio destro e al gomito sinistro guaribili in un giorno.

Anche il maresciallo e’ ricorso a cure mediche al pronto soccorso dell’ospedale san paolo: i medici gli hanno riscontrato contusioni e escoriazioni guaribili in 7 giorni riportate nella colluttazione con il malvivente. il minore dopo le formalità di rito e’ stato portato nel centro di prima accoglienza sul viale colli aminei.

Commenta Stampa
di Fabio Iacolare
Riproduzione riservata ©