Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Napoli, morta la storica palma di piazza Vanvitelli


Napoli, morta la storica palma di piazza Vanvitelli
05/01/2010, 12:01


NAPOLI - Rabbia, mista a dispiacere, per la “morte” di uno dei simboli del Vomero, la storica palma che da oltre un secolo addobbava la principale piazza del quartiere, piazza Vanvitelli. Portavoce dei sentimenti dei vomeresi, ma non solo, Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari. “ E’ stata tra le ultime a cedere agli attacchi dell’oramai famigerato punteruolo rosso, il Rhynchophorus ferrugineus, un coleottero importato dai paesi asiatici che sta facendo strage di questo tipo di piante, e non solo al Vomero – afferma Capodanno -. Per chi è nato e vive in questo quartiere da lustri la palma e lo storico orologio hanno sempre rappresentato due simboli, legati a tanti ricordi. Ero presidente della circoscrizione, quando a ragione dei lavori a cielo aperto per la realizzazione della stazione del metrò collinare, la palma fu temporaneamente rimossa. Quando torno al suo posto, agli inizi degli anni ’90, gli abitanti della zona tirarono un sospiro di sollievo, festeggiando l’evento".
"La cosa che ha suscitato le ire di molti vomeresi – continua Capodanno - è il fatto che per le festività natalizie, nonostante che la palma fosse già in agonia e nonostante le sollecitazioni provenienti da più parti di cercare d’intervenire per salvarla, cosa che si sarebbe quantomeno potuta tentare con un trattamento di natura biologica, avvalendosi dell'utilizzo di nematodi, microscopici insetti in grado di insediarsi nella larva del punteruolo e di ucciderla, la palma è stata addobbata a festa con le luminarie (foto allegata) . In questi giorni, poi, i rami staccatisi dalla cima della pianta sono rovinati nell’aiuola sottostante, trascinando anche una parte delle luminarie, poste sugli stessi rami e lungo il fusto". “Luminarie – prosegue Capodanno - per le quali ricordo che è stato impegnato mezzo milione di euro, provenienti da fondi europei, laddove l’amministrazione non ha trovato le somme per tentare di salvare le palme cittadine, anche al fine di salvaguardare il poco verde pubblico rimasto. Al Vomero il punteruolo rosso ha fatto strage sia nelle piazze e strade pubbliche che nei giardini privati, con decine di piante morte".
“Adesso ci auguriamo che il fusto della pianta venga rimosso, nel rispetto delle procedure previste al riguardo, non costituendo certo un bel vedere quella pianta morta al centro della piazza che continua a perdere rami – conclude Capodanno -  certo al momento sembra esclusa la possibilità di poter piantare un albero della stessa essenza, che verrebbe presumibilmente anch’esso attaccato. E’ auspicabile che si provveda a sostituirlo con una pianta che non sia soggetta agli attacchi del punteruolo e che possa degnamente, anche se temporaneamente, in attesa che si trovi la soluzione al problema, sostituire la vecchia palma". Capodanno al riguardo sollecita l’intervento urgente del sindaco di Napoli per i provvedimenti del caso.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©