Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

L'indagine è quella per la corruzione di Sergio De Gregorio

Napoli: no del Gip, niente giudizio immediato per Berlusconi


Napoli: no del Gip, niente giudizio immediato per Berlusconi
19/03/2013, 11:55

NAPOLI - Il Gip di Napoli ha restituito alla Procura gli atti con cui era stato richiesto il giudizio immediato per Silvio Berlusconi, Sergio De Gregorio e Valter Lavitola. Non si conoscono ancora le motivazioni del rifiuto, ma adesso si apre lo spazio per ampliare l'indagine, prima di ritornare davanti al Gip per l'eventuale richiesta di rinvio a giudizio. In questo senso è stata accolta l'istanza dei legali del premier, Niccolò Ghedini e Michele Cerabona, e di quello di Lavitola, Gaetano Balice. 
L'indagine è quella relativa alla presunta corruzione, asseritamente commessa da Berlusconi con l'intermediazione di Lavitola, di De Gregorio, con 3 milioni di euro. L'obiettivo era far cadere il governo Prodi creatosi nel 2006, poche settimane dopo il suo insediamento. Un tentativo che si realizzò solo nel 2008, dopo aver coinvolto anche Lamberto Dini e Clemente Mastella, allora eletti col centrosinistra ma che accettarono di far cadere il governo

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©