Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Napoli, omicidio di camorra, notificata ordinanza di custodia cautelare in carcere a 2 affiliati a clan


Napoli, omicidio di camorra, notificata ordinanza di custodia cautelare in carcere a 2 affiliati a clan
14/12/2013, 11:35

NAPOLI - I carabinieri del nucleo investigativo di Napoli hanno notificato a Caiazzo Vincenzo, 34 anni, residente in via Trentino e Foria Stefano, 39 anni, residente in via Tancredi Galimberti, entrambi giá noti alle forze dell'ordine, ritenuti affiliati al clan camorristico "Sacco-Bocchetti” operante a Secondigliano e San Pietro a Patierno, attualmente detenuti per altra causa, un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa il 13 dicembre dal Gip del Tribunale Napoli per omicidio. Le indagini svolte dai militari dell'arma, coordinate dalla direzione distrettuale antimafia, anche con il contributo di collaboratori di giustizia, hanno portato gli investigatori a ritenere che i 2 uomini hanno fatto parte del gruppo di fuoco che il 17 luglio 2007, a San Pietro a Patierno, uccisero Carmine Grimaldi, detto “bombolone”, elemento di spicco del clan camorristico dei “Licciardi”. Omicidio che ha segnato la scissione interna al clan Licciardi promossa dal gruppo scissionista dei Sacco Bocchetti. Le motivazioni vanno ricercate nell’ambito del controllo dello spaccio di stupefacenti, per il quale la vittima era referente dei “Licciardi” nel quartiere di San Pietro a Patierno, dove i “Sacco-Bocchetti” avevano deciso di gestire, autonomamente, le piazze di spaccio.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©