Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Napoli, operaia licenziata mette in vendita un rene per pagare il mutuo


Napoli, operaia licenziata mette in vendita un rene per pagare il mutuo
06/07/2009, 13:07

Una donna, Anna B. - che oggi, insieme ad altri ex lavoratori della Pm Service, dopo aver tentato di occupare i locali dell'ex Banco di Napoli, ora Banca Intesa, sono stati ricevuti in prefettura per tentare di trovare una soluzione alla vertenza che li vede impegnati da circa un anno - ha annunciato di aver messo in vendita un rene per scontare le rate del mutuo. "La nostra situazione - ha spiegato uno degli operai licenziati - è diventata insopportabile. Una nostra collega ha messo in vendita un rene per pagare il mutuo per non perdere oltre il lavoro anche la casa; altri sono in situazioni economiche disperate. Stamattina avevamo deciso di occupare i locali dell'ex Banco di Napoli, poi alcuni dirigenti della polizia ci hanno riferito dell'incontro previsto in prefettura." "Licenziati un anno fa senza motivo - sostengono i lavoratori - il giudice del lavoro ci ha dato ragione, ordinando la nostra riassunzione, ma la società dove lavoravamo è scomparsa, sostituita da un'altra. Per oltre 25 anni abbiamo eseguito le pulizie all'interno dei locali dell'ex Banco di Napoli, oggi Banca Intesa."

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©