Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

NAPOLI, PALAZZINA CROLLATA A MONTECALVARIO: NON CI SONO VITTIME


NAPOLI, PALAZZINA CROLLATA A MONTECALVARIO: NON CI SONO VITTIME
12/07/2008, 09:07

Tre squadre dei vigili del fuoco hanno scavato per tutta la notte tra le macerie della palazzina crollata ieri pomeriggio a Napoli, impiegando anche alcune unità cinofile della Protezione civile: non risultano esserci vittime o dispersi. Lo ha reso noto il vicecomandante provinciale dei vigili del fuoco Rosa D'Eliseo. Una parte del fabbricato rimasta in piedi minaccia di crollare da un momento all' altro e richiederà un lavoro a parte. Erano le 16.30 di ieri quando, in via Portacarrese a Montecalvario, presso i Quartieri Spagnoli, si è improvvisamente udito un tonfo e poi una grossa nube di polvere ha invaso la strada, tra le urla sgomente dei residenti dell’affollato quartiere napoletano. Il crollo di un’ala di un vecchio edificio, disabitato fin dal post terremoto dell’’80, ha formato all’istante un dedalo di macerie che ha ostruito il passaggio nel vicolo. L’edificio era disabitato, ma il nuovo proprietario aveva già dato inizio a dei lavori non autorizzati, ragion per cui il Comune ha annunciato che aprirà un'inchiesta per chiarire le eventuali responsabilità. L’assessore comunale all'Edilizia, Felice Laudadio, ha affermato che il palazzo era stato esaminato dall'ufficio Sicurezza che ne aveva ''proibito la frequentazione''. Invece, il proprietario, al momento irreperibile, ha deciso ugualmente ''di iniziare dei lavori per i quali non c'era alcuna autorizzazione''. Alcune ipotesi sui motivi del crollo sono state suggerite da Pino Di Meglio, un ingegnere che abita di fronte al fabbricato, secondo il quale il Comune, nel 1986, aveva effettuato lavori d’urgenza per arginarne il rischio di crollo ma da allora l’edificio era stato completamente abbandonato. ''Molti paletti fatti di legno e ferro usati per puntellare - spiega l'ingegnere - con il passare degli anni, sono marciti. Sono sicuro che questo sia stato il motivo che ha portato al crollo''. ''Il Comune di Napoli - continua Di Meglio - già molti anni fa avrebbe dovuto demolire il palazzo. Speriamo che adesso l'area venga presto rasa al suolo del tutto e sgombrata per dare più sicurezza ai Quartieri''. "E' da 28 anni che il palazzo era in queste condizioni e il Comune non ha mai fatto niente - protesta una donna - A Napoli le cose devono prima succedere per poi porvi rimedio''.

Commenta Stampa
di Francesca Pellino
Riproduzione riservata ©