Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

NAPOLI, RAPINA IN GIOIELLERIA SVENTATA DAGLI AGENTI


NAPOLI, RAPINA IN GIOIELLERIA SVENTATA DAGLI AGENTI
16/01/2009, 21:01

Avevano tentato di svaligiare una gioielleria, ma sono stati arrestati dagli agenti. Colpo fallito per il manipolo di malintenzionati che, nella serata, aveva preso di mira una gioielleria di via Cavalleggeri d’Aosta, a Napoli, quartiere Bagnoli. In due erano entrati all’interno del negozio puntando una pistola contro il proprietario, costringendolo a consegnare incasso e gioielli. Subito dopo hanno legato i polsi all’uomo ed a sua moglie. Un altro complice era appostato all’esterno del locale, col compito di fare il ‘palo’. Le cose hanno preso una brutta piega quando una volante di Polizia è passata davanti alla gioielleria, provocando la fuga immediata del complice all’esterno. Insospettiti, gli agenti si sono avvicinati al negozio ed hanno visto i due giovani che minacciavano i proprietari. La pistola che uno dei due rapinatori aveva nelle mani, però, era soltanto un giocattolo. Il proprietario della gioielleria se ne è accorto quando l’arma è caduta al suolo. E’ iniziata a quel punto una colluttazione contro uno dei rapinatori, mentre l’altro ragazzo ha preso in ostaggio la donna. In quel momento la situazione è precipitata per i due malviventi: gli agenti hanno fatto irruzione, non lasciando alla coppia di rapinatori altra scelta che arrendersi. I due, un minorenne ed un maggiorenne, sono stati arrestati con l’accusa di sequestro di persona, rapina e lesioni. Il gioielliere e la moglie, invece, sono stati accompagnati in ospedale per delle lievi escoriazioni e per lo spavento. Le indagini sono in corso per risalire all’identità del terzo complice, riuscito a scappare.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©