Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Napoli. Rifiuti, bonificata la circumvallazione: rimosse 20 tonnellate


Napoli. Rifiuti, bonificata la circumvallazione: rimosse 20 tonnellate
10/02/2012, 10:02

Gli operatori di Asia Napoli hanno ripulito con un intervento straordinario la circonvallazione esterna tra Napoli e Casoria nel territorio che ricade nel Comune di Napoli rimuovendo 20 tonnellate di rifiuti illecitamente abbandonati. "Quello che sarebbe dovuto essere un servizio di pulizia ordinaria (spazzamento meccanico) si è trasformato in una vera e propria bonifica - si legge in una nota - Per le operazioni di recupero sono stati coinvolti, in condizioni difficili, 10 operatori (tra addetti ed autisti) con 5 automezzi di media e grossa portata per rimuovere i rifiuti, di quella che ormai era diventata una vera e propria discarica a cielo aperto. Sono stati raccolti prevalentemente rifiuti da lavorazioni edili (inerti) e rifiuti ingombranti (materassi, grandi elettrodomestici ecc), pneumatici e residuo indifferenziato. La collaborazione tra i vari enti interessati assessorato all'Ambiente, la 7 Municipalità, la Polizia Municipale e l'Asia ha "reso possibile l'organizzazione di questo intervento straordinario". "Fondamentale, a riguardo, la collaborazione con la Polizia Municipale che ha gestito il traffico nella circonvallazione esterna in entrambi i sensi di marcia per tutta la durata dell'intervento ed a cui va il nostro ringraziamento - continua la nota - Il costo complessivo dell'operazione è di circa 8 mila euro, costo che graverà purtroppo sui conti dei cittadini napoletani. Occorre infatti sottolineare che ogni intervento da parte dell'Asia, della Polizia Municipale o dei lavoratori del Comune di Napoli è sempre un costo coperto dalle tasse dei cittadini". In tal senso Asia Napoli lancia un appello: "E' necessaria una sempre maggiore collaborazione dei cittadini per valorizzare il senso civico ed eliminare così comportamenti illeciti, come gli scarichi abusivi, compiuti da chi non ama la propria città e costringendo Asia a continui e costosi interventi straordinari di raccolta a danno dell'intera collettività"

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©