Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Accordo città di Salerno e Associazione Corpo di Napoli

Napoli rischia il buio, ma San Gregorio brillerà


.

Napoli rischia il buio, ma San Gregorio brillerà
07/11/2012, 15:09

NAPOLI  - Napoli rischia un Natale al buio, o meglio almeno una parte della città. Per capire dobbiamo partire da lontano: dal 2010,  ossia da quando i fornitori di energia elettrica dichiarano di essere stati pagati per l’ultima volta. Una situazione arrivata al limite a sentire la società consortile, l’Ati Citelum, che tra l’altro gestisce anche la pubblica illuminazione e che potrebbe culminare con l’interruzione del servizio. Interrogato sulla questione l’assessore al bilancio, Salvatore Palma, ribadisce la criticità delle casse comunali invocando una ristrutturazione del debito.

Ma dicevamo almeno una parte della città è salva. Stiamo parlando di San Gregorio Armeno, dove grazie ad uno scambio culturale tra la città di Salerno e l’Associazione Corpo di Napoli le luci brilleranno come sempre.

Il patto è questo: una tranche delle Luci d’artista, inaugurate a Salerno, andrà a illuminare la suggestiva strada dei presepi di San Gregorio Armeno. E, nel tempio di Pomona a Salerno, l’Associazione Corpo di Napoli allestirà una mostra di arte presepiale napoletana.

L’appuntamento inaugurale è per sabato 10 novembre, il sindaco di Salerno,Vincenzo De Luca, darà il segnale per l’accensione in via San Gregorio Armeno delle luminarie.

Nello scambio è coinvolta anche la Curia Arcivescovile di Napoli: è, infatti, prevista l’installazione della scena centrale del presepe nella basilica di Santa Restituta del Duomo di Napoli. Con l’ inaugurazione delle Luci d’artista si darà anche il via al Natale lungo a Napoli e alla storica fiera di Natale ai Decumani.

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©