Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

In Questura riconsegnati al pronipote

Napoli, ritrovati i candelabri di Enrico Caruso


.

Napoli, ritrovati i candelabri di Enrico Caruso
06/06/2009, 11:06


Sono stati ritrovati dagli agenti della Squadra Mobile della Questura di Napoli i candelabri e le effigi del grande tenore Enrico Caruso. Il ritrovamento, oggetti nascosti in un casolare di campagna, avviene quasi contestualmente alla scoperta dello stemma nobiliare di Totò. Gli oggetti del principe e del tenore, di valore simbolico anche per la città di Napoli, erano stati rubati durante raid mirati nel cimitero della Marianella. Soddisfatto il capo della Mobile, Vittorio Pisani. E in Questura i candelabri sono stati riconsegnati alla famiglia Caruso. A prenderli in consegna Giovanni Francesco Caruso, pronipote del tenore scomparso nel 1921. Soddisfatto anche lui, ma amareggiato per le condizioni “di abbandono” del cimitero.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©