Cronaca / Sanità

Commenta Stampa

Napoli, Sanità, Palmieri: “Da Santobono notizie eticamente poco incoraggianti”


Napoli, Sanità, Palmieri: “Da Santobono notizie eticamente poco incoraggianti”
15/03/2011, 11:03

“Mi arrivano notizie davvero poco incoraggianti rispetto agli appelli alla sobrietà che il Presidente Caldoro ha lanciato agli amministratori se è vero, come mi risulta, che al Santobono, neppure due mesi fa, sarebbe arrivata, in dotazione al vertice aziendale, un’Alfa 159 nuova di zecca in sostituzione della non credo poco elegante Alfa 146. E mi risulta anche che, a corredo, sarebbero state riconosciute, e vengono tutt’ora riconosciute all’autista, la bellezza di circa 100 ore di straordinario. Ovviamente tutto questo non accade a Santa Lucia, dove il Presidente della Regione si sposta con l’auto personale, ma in una struttura ospedaliera che, in un sistema sanitario regionale strozzato dai debiti, si dedica alla cura dei bambini. Così il capogruppo del Nuovo Psi del Consiglio comunale di Napoli, Domenico Palmieri, che aggiunge:

“Mi risulta anche, però, che nel ‘sobrio’ Santobono (laddove un aspirante candidato sindaco del Pd non ha fatto mancare la sua ‘forte’ presenza nella campagna per le primarie), solo grazie alle forti proteste di un sindacato autonomo, sarebbe stata sventata l’ipotesi di prorogare per ben tre anni, , in spregio alle indicazioni del governo regionale, qualche contratto di coordinamento d’ area. Radiologica, a favore di un noto esponente politico del centrosinistra, e infermieristica, a favore del presidente Provinciale dell’Ipasvi”.

“Poiché in quella struttura ospedaliera, gli episodi di dubbia sobrietà, episodi non mancherebbero e un po’ tutti nel centrodestra riteniamo che la politica, la cattiva politica, debba rimanere fuori dagli ospedali, - conclude Palmieri - voglio augurarmi che all’atto delle verifiche che il governo regionale è tenuto a esprimere in merito all’operato del management, si adottino valutazioni anche di ordine etico oltre che puramente tecnico o contabile”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©