Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Napoli, scoperta centrale del falso a Napoli


Napoli, scoperta centrale del falso a Napoli
20/10/2011, 12:10

A Mergellina e San Giorgio a Cremano i carabinieri della stazione di san giorgio a cremano hanno arrestato per furto aggravato e continuato di energia elettrica, ricettazione, possesso di segni distintivi contraffatti e per possesso e fabbricazione di documenti d’identificazione falsi un 49enne, di San Giorgio a Cremano, incensurato e per possesso di segni distintivi falsi e possesso e fabbricazione di documenti d’identificazione falsi T.G., 41 anni, residente in via mergellina, imprenditore, già noto alle forze dell'ordine. I militari dell’arma hanno ispezionato la gelateria in via de gasperi di san giorgio a cremano di valente accertando che il contatore elettrico era stato manomesso con una calamita rivestita da involucro in plastica che alterava la registrazione dei consumi. durante successiva perquisizione domiciliare l’uomo e’ stato trovato in possesso dei seguenti documenti e distintivi, tutti falsi: - una tessera di riconoscimento dei carabinieri con la foto di valente in divisa da carabiniere e generalità false; - una placca metallica di riconoscimento dell’arma dei carabinieri; - un distintivo della polizia, squadra volante”; - 3 abbonamenti al calcio napoli; - 2 contratti d’assicurazione; - una matrice, 14 timbri e 3 calchi della siae. inoltre e’ stato trovato il seguente materiale, sul quale sono ancora in corso accertamenti: - una patente rubata; - apparecchiature informatiche (computer, hard disk, scanner, masterizzatori, e stampanti) utilizzate per realizzare tessere di riconoscimento dei carabinieri, della polizia di stato e della guardia di finanza, altri documenti falsi; - numerose fotografie di persone in via d’identificazione e altro materiale per stampare immagini e plastificare tessere; - 6 circuiti elettrici ed una card per la visione di canali televisivi criptati;
- un trasmettitore con frequenza da 900 mhz a 144 mhz utilizzata per intercettare la telefonia etacs. dopo il controllo dei files contenuti nei pc sequestrati, i militari dell’arma hanno eseguito 10 perquisizioni domiciliari a napoli e provincia arrestando tortora giancarlo che e’ stato trovato in possesso nella sua abitazione di: - vari capi di abbigliamento e accessori della polizia municipale (maglioni, giacca a vento, cinturone, fondine); - un berretto d’ordinanza dei carabinieri; - 2 nastrini per uniforme; - varie fotografie, fotocopie di documenti (carte d’identità, patenti e passaporti), contrassegni e certificati assicurativi, timbri e altra documentazione sulla quale sono in corso accertamenti. valente è stato tradotto nel carcere di poggioreale mentre tortora è in attesa di rito direttissimo.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©