Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Napoli, sedicenne aggredito: denunciati due minori


Napoli, sedicenne aggredito: denunciati due minori
18/01/2018, 10:16

Sono entrambi residenti a Marano (Napoli) i due minori - R.G.S.O. e M.C., rispettivamente di 17 e 16  anni - denunciati dalla Polizia in quanto ritenuti responsabili di avere aggredito e rotto il naso a Ciro, 16 anni, domenica sera, nei pressi della fermata Policlinico della metropolitana. Entrambi facevano parte di un gruppo, composto da 5-7 giovani, in sella a degli scooter, dai quali si sono separati per compiere il raid ai danni del 16enne che a causa di un pugno ricevuto in pieno viso ha riportato la frattura del setto nasale.
La vittima e i compagni che erano in sua compagnia, di ritorno da una partita di calcetto, non hanno reagito agli insulti e al lancio di oggetti partiti dai giovani in sella a tre scooter. Ciononostante, vicino alla fermata della metro, il 16enne è stato afferrato alle spalle da uno dei due giovani denunciati, un ragazzo dalla pelle mulatta capelli rasta lunghi, il quale, spalleggiato dal compagno, ha sferrato il pugno. Ciro ha riportato la frattura del setto nasale con una prognosi di 30 giorni.
Le indagini degli agenti del Commissariato Arenella, coordinate dalla Procura dei Minori, hanno consentito di ricostruire l'esatta dinamica dell'aggressione e di identificarne gli autori. Grazie al sistema di rilevamento targhe sono stati identificati i titolari di due dei tre ciclomotori presenti sul luogo dell'accaduto risultati i genitori di alcuni dei componenti la baby gang.
Gli agenti, ascoltandoli, hanno accertato che i mezzi erano, quella sera, nella disponibilità dei loro figli minori. I giovani sono stati a loro volta ascoltati e così è stato possibile ricostruire la dinamica dell'aggressione a cui entrambi non hanno preso parte.
I due minori sono stati identificati e denunciati per lesioni aggravate in concorso. Intanto proseguono le indagini della Polizia per identificare gli altri componenti il branco.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©