Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Nelle ultime ore sequestrati oltre 6 quintali

Napoli, servizi dei carabinieri contro produzione e vendita di botti illegali


Napoli, servizi dei carabinieri contro produzione e vendita di botti illegali
31/12/2013, 11:26

NAPOLI - Oltre 6 quintali i botti sequestrati nelle ultime ore dai carabinieri tra Napoli e provincia.
Nel corso dei controlli per contrastare produzione e commercio dei botti illegali i militari dell’arma hanno sequestrato 627 chilogrammi di botti di IV e V categoria e 13 chilogrammi di ordigni esplosivi.
Il materiale e’ stato rinvenuto e sequestrato un po’ ovunque e in varie circostanze, dalla vendita in strada (isolata o da chiostretti improvvisati) alla detenzione nelle abitazioni, al trasporto in auto di botti appena comprati per i festeggiamenti che avrebbero potuto trasformare le vetture in vere e proprie bombe ambulanti.
A Ercolano, infatti, i militari hanno tratto in arresto Cozzolino Luciano, 35 anni, residente a Ercolano, commerciante, incensurato e Oliviero Maria Arca, 35enne e moglie di Cozzolino Luciano oltre a Bambi Vincenzo, 27enne, residente a Ercolano sul Corso Resina, già noto alle forze dell'ordine e Illo Armando, 20enne, residente a Ercolano, pasticciere, incensurato.
Tutti erano a bordo di una Renault Modus sulla quale trasportavano 5 ordigni esplosivi improvvisati di lunghezza tra i 21 e 25 cm e 30 rendini per un peso complessivo di quasi 4 chilogrammi.
Mentre a San Giorgio a Cremano una casalinga 54enne teneva nella sua abitazione ben 40 chilogrammi di fuochi di V categoria.
Ad Arzano e’ stato arrestato Carrano Francesco, 42enne, residente in via Colombo, già noto alle forze dell'ordine, trovato in possesso di 60 chilogrammi di fuochi di IV e V categoria che teneva occultati nella sua Fiat Panda.
A Melito e’ stato arrestato Esposito Giovanni, 34enne, residente a Napoli in via San Giovanni a Teduccio, operaio, già noto alle forze dell'ordine, sorpreso sulla circumvallazione esterna mentre trasportava 120 chilogrammi circa di artifizi di IV e V categoria e 41 ordigni di fattura artigianale, le cosidette cipolle, accatastati nel suo veicolo, una Fiat Panda.
Denuncia in stato di libertà per 6 persone trovate in possesso di 19 chili ai artifici di IV e V categoria nella lancia musa sulla quale viaggiavano e di un 19enne sorpreso mentre transitava a piedi sul corso europa con una busta contenente 30 chilogrammi di artifizi di IV e V categoria.
A Torre del Greco, inoltre, arresto di Borriello Massimo, 47enne, residente a Torre del Greco, resosi responsabile di detenzione illegale di materiale esplodente avendo detenuto nella sua abitazione 45 rendini del peso complessivo di circa 2 chilogrammi.
A San Giorgio a Cremano e’ stato denunciato un 33enne che deteneva nella sua abitazione fuochi di v categoria per 80 chilogrammi.
A Portici sono stati sequestrati 4 chili di fuochi di V categoria abbandonati su via Marittima.
A Giugliano in Campania denuncia per un imbianchino 40enne del luogo già noto alle forze dell'ordine sorpreso in via Marconi mentre era intento a vendere 9 chilogrammi di artifizi di IV e V categoria e sequestrato in via Mugnano Giugliano 3 chili di artifizi artigianali di genere vietato abbandonati sulla pubblica via.
A Marano di Napoli, in via San Rocco, sequestro di 10 chilogrammi di artifizi di IV e V categoria abbandonati sulla strada.
A Mugnano denuncia per un pensionato 76enne del luogo incensurato e per un autotrasportatore 43enne già noto alle forze dell'ordine che durante perquisizioni nelle loro abitazioni sono stati trovati in possesso di 200 chilogrammi circa di artifizi di IV e V categoria.
A Bagnoli e Fuorigrotta i carabinieri delle locali stazioni e del nucleo operativo della compagnia di Bagnoli hanno denunciato un meccanico 41enne e un 22enne già noto alle forze dell'ordine.
Nell’officina meccanica del 41enne in via Caravaggio i militari hanno rinvenuto e sequestrato 30 ordigni esplosivi “Lupo” appartenenti alla IV categoria che venivano tenuti occultati in un armadio metallico mentre il 22enne e’ stato sorpreso in via Cavalleggeri D’aosta mentre era intento a vendere fuochi di IV e V categoria per 20 chiogrammi da un chiosco di legno posto sl margine della Carreggiata.
A Casalnuovo hanno denunciato un 22enne, un 17enne e un 36enne del luogo sorpresi mentre esponevano sulla pubblica via 5 chilogrammi di fuochi pirotecnici.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©