Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

NAPOLI, SFOLLATI IN PROTESTA PER CONDIZIONI DI DEGRADO


NAPOLI, SFOLLATI IN PROTESTA PER CONDIZIONI DI DEGRADO
07/01/2009, 21:01

Cibo andato a male e non ermeticamente sigillato, odori sgradevoli e liquidi che sistematicamente fuoriescono dai contenitori di alluminio. Le 30 famiglie di sfollati che da anni sono ospitati in un hotel napoletano nella zona della stazione ferroviaria, a carico del Comune di Napoli, dicono basta e lo hanno fatto con un blocco stradale e una protesta davanti a Palazzo San Giacomo. Hanno sventolato le foto dei loro pranzi festivi: ''Tortellini di inizio anno senza brodo - dice una donna - baccalà fritto e cozze vecchie di giorni e nemmeno un panettone in occasione del Natale''. ''Le condizioni in cui viviamo sono diventate insostenibili - dice Giuseppe Cicchiello - sono 7 anni che facciamo i conti con condizioni igieniche e sanitarie precarie che favoriscono il proliferare dei topi. Non abbiamo acqua calda e riscaldamento, non ci sono estintori e vie di fuga''. I manifestanti hanno poi protestato anche davanti alla sede del Comune dove una delegazione è stata ricevuta: ''Il problema sara' risolto in tre giorni'', ha promesso Maria Rosaria Guidi, addetta al Patrimonio e alla logistica al Comune di Napoli.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©