Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

In questi giorni ne vengono prodotti di più

Napoli: sforzi inutili, la città è sotto i rifiuti


Napoli: sforzi inutili, la città è sotto i rifiuti
25/04/2011, 12:04

NAPOLI - Autocompattatori strapieni, discariche chiuse o in via di chiusura, STIR (i luoghi dove la spazzatura viene tritata, affinchè occupi meno spazio, e messa in quelle che una volta erano chiamate "ecoballe") chiusi: questa è la situazione dei mezzi necessari per la raccolta della spazzatura a Napoli e in provincia. E il risultato lo si può facilmente prevedere: cumuli di spazzatura ovunque. In città come sempre le zone centrali sono quelle più pulite; ma verso le zone di Fuorigrotta o ancora più a nord, verso Pozzuoli è uno strazio.
Non è insolito vedere turisti che fanno lo slalom tra i cumuli di rifiuti, come tocca abitualmente ai cittadini napoletani. Un pessimo biglietto da visita, anche per le iniziative delle città d'arte (e Napoli è anche questo) che normalmente si tengono a maggio.
In provincia, c'è la solita situazione a macchia di leopardo. Male per quei comuni che si limitano a fare la classica raccolta solo del sacchetto nero; normalità per quei comuni, purtroppo ancora pochi e per lo più concentrati nella zona vesuviana, che invece attuano la raccolta differenziata e che riescono ancora a scaricare a Giugliano con relativa facilità.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©