Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il Comune approva due delibere contrastanti

Napoli, sorgerà un parcheggio invece del cimitero?


Napoli, sorgerà un parcheggio invece del cimitero?
29/10/2009, 22:10

NAPOLI – Il Comune di Napoli non avrebbe alcuna intenzione di ampliare il cimitero di Poggioreale, ma starebbe invece pensando a costruire un parcheggio. E’ quanto emerge da uno studio di fattibilità e da due delibere di giunta, documenti presentati questa mattina durante il convegno “Diritto alla Memoria. Tutela e sviluppo dei cimiteri di Napoli”. Le due delibere sono state approvate nel febbraio scorso in giunta; con una viene approvato il piano urbanistico per l’ampliamento del cimitero di Poggioreale, mentre con la seconda si approva il progetto di realizzazione di un parcheggio di interscambio della stazione della metropolitana di Santa Maria del Pianto. I due atti, però, sono contrastanti: i due progetti infatti riguardano la stessa area; la zona in cui dovrebbe sorgere il nuovo parcheggio incide su una parte delle aree destinate dagli strumenti urbanistici vigenti a zona cimiteriale (come previsto dal PRGC e dal PUAPP). La circostanza emerge inoltre dallo studio di fattibilità della società Campo di Marte, che ha proposto invece al Comune di Napoli due alternative progettuali per realizzare l’ampliamento del cimitero di Poggioreale e risolvere la carenza di loculi e fosse di interro.
Quella cimiteriale è una delle emergenze che da anni affligge il capoluogo partenopeo e molti avevano sperato di trarre un sospiro di sollievo proprio dall’ampliamento del cimitero di Poggioreale. Negli anni a Napoli si è visto praticamente di tutto: esumazioni anticipate per ‘far posto’, costi dei loculi esorbitanti e l’assenza di un crematorio. Ma c’è stato anche di peggio, come cadaveri lasciati per diversi giorni in stanzoni senza nemmeno impianti di refrigerazione. Il cimitero di Poggioreale è proprio uno dei ‘luoghi simbolo’ dell’emergenza cimiteriale napoletana.
La Giornata di Studi “Diritto alla Memoria”, che si è svolta oggi 29 ottobre a Palazzo Serra di Cassano, ha approfondito sia gli aspetti relativi ai servizi e agli interventi disattesi che quelli relativi alle proposte e alle soluzioni esistenti per le necropoli partenopee. L’incontro è stato organizzato dall’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici e dalla Facoltà di Architettura insieme al Centro Interdipartimentale di Ricerca per l’Archivio e l’Interpretazione del Progetto Architettonico e Urbanistico dell’Università degli Studi di Napoli Federico II; durante l’incontro è stata proposta la costituzione di un “Osservatorio Permanente sulle Criticità dei Cimiteri Campani”. Sono intervenuti l'arch. Fabio Mangone., docente di Storia dell'Architettura dell'Universita' di Napoli, l'avv. Nicola Di Prisco, docente di Diritto Privato dell'Universita' di Napoli, Clementina Gily, docente di Filosofia dell'Universita' di Napoli, Ivo Allegro, economista, Andrea Santoro, presidente della Commissione di indagine del Consiglio Comunale sulle criticita' dei cimiteri a Napoli, l'arch. Francesco Varone, l'arch. Guido Peagno, l'arch. Paride G. Caputi.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©