Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Napoli, sorpreso con una pistola illegalmente detenuta


Napoli, sorpreso con una pistola illegalmente detenuta
20/12/2010, 12:12

Nella mattinata di sabato, gli agenti del Commissariato di Polizia “Ponticelli”, hanno sottoposto a fermo di polizia giudiziaria un 32 enne napoletano, pluripregiudicato, in quanto gravemente indiziato del reato di detenzione e porto abusivo di arma da fuoco. Venerdì pomeriggio, i poliziotti stavano transitando lungo Corso Ponticelli, quando hanno incrociato una Ford Focus con a bordo il 32enne seduto a lato passeggero ed altre tre persone. Sapendo che il 32enne è ben noto alla Polizia e temendo quindi di essere sottoposti ad un controllo, i quattro si sono dati subito alla fuga. Nonostante inseguiti con tanto di sirena e lampeggiante, i quattro hanno proseguito nella folle corsa. Nel fuggire la Ford ha invece urtato numerose autovetture sia in transito che in sosta. Giunti a Via De Meis, all’altezza del Cineteatro Pierrot, l’uomo ha lanciato un oggetto dal finestrino. Il gesto non è sfuggito agli agenti. Avendo riconosciuto il 32enne, rilevato il numero di targa dell’autovettura e vista la difficoltà nel raggiungere i quattro, i poliziotti si sono fermati a raccogliere quanto lanciato fuori l’autovettura dal pregiudicato: si trattava di una pistola. L’arma, una Sig Sauer pronta all’uso, portava 7 proiettili nel serbatoio ed uno in canna. Dopo qualche minuto, poco distante dal punto in qui era stata rinvenuta la pistola, gli agenti hanno trovato la Ford, abbandonata e con le chiavi inserite nel cruscotto. Contemporaneamente alcuni di essi si sono recati presso le abitazioni del 32enne e del proprietario dell’autovettura, un 38enne suo conoscente e vicino di casa, ma non li hanno trovati. Dopo una mezz’ora circa, la moglie del proprietario dell’autovettura, si è presentata presso gli uffici del Commissariato “Ponticelli” per denunciare la subita rapina della Ford Focus. La versione dei fatti esposta dalla 31enne non ha convinto i poliziotti, tanto per la dinamica riferita quanto per il fatto che il marito è conosciuto quale frequentatore abituale del pluripregiudicato 32enne. Sabato mattina gli agenti si sono pertanto recati presso il posto di lavoro dove l’uomo è stato affidato in prova con un provvedimento del Tribunale di Sorveglianza de L’Aquila, lo hanno rintracciato, sottoposto a fermo di polizia giudiziaria e condotto a Poggioreale. I proprietari dell’autovettura sono stati invece denunciati in stato di libertà, il marito in concorso col 32enne mentre la moglie per simulazione di reato.

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©