Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Napoli, sorpreso dalla Polizia a cedere marijuana a due 17enni


Napoli, sorpreso dalla Polizia a cedere marijuana a due 17enni
19/12/2013, 11:36

NAPOLI - Dallo scorso mese di marzo, G. E. di 26 anni, stava scontando una condanna per rapina, beneficiando del regime degli arresti domiciliari e, nel pomeriggio di ieri, è stato arrestato dagli agenti del Commissariato di Polizia “Vasto Arenaccia”, nella sua abitazione, perché responsabile del reato di detenzione e spaccio di sostanza stupefacente, nonché denunciato, in stato di libertà, per il reato di cessione di sostanza stupefacente.
Nella stessa abitazione, all’atto dell’arrivo dei poliziotti, erano presenti altri due fratelli dell’arrestato, uno di 21 anni e l’altro non ancora 18enne, nonché due giovani amici di quest’ultimo, entrambi 17enni.
I poliziotti, nell’ambito dei controlli a persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale, si sono recati al 3° piano di uno stabile in Via Colonnello Lahalle, ove risiede il 26enne.
Nel salone, gli agenti hanno notato che i due giovani 17enni ed il 21enne, erano seduti al tavolo, ove era poggiata una confezione di marijuana mentre nel posacenere vi erano residui di 2 “spinelli” appena fumati.
Inevitabile una perquisizione domiciliare ove, all’interno di due contenitori riposti in cucina, sono state rinvenute e sequestrate circa 30 dosi di marijuana mentre, in un cassetto di una parete attrezzata è stato trovato un bilancino di precisione.
Nella tasca del giubbino del 21enne, inoltre, i poliziotti hanno rinvenuto e sequestrato una penna-pistola, motivo per il quale il giovane è stato denunciato in stato di libertà per il reato di detenzione di arma comune da sparo.
I due giovani 17enni, amici del fratello minore dell’arrestato, hanno confermato che, già in altra circostanza, a titolo gratuito, gli era stata offerta della marijuana.
I poliziotti hanno provveduto ad affidare i minori ai rispettivi genitori, conducendo in carcere il 26enne.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©