Cronaca / Droga

Commenta Stampa

Napoli, sull'A1 scoperto carico di 50kg di hashish


Napoli, sull'A1 scoperto carico di 50kg di hashish
09/01/2013, 13:20

La Sezione Narcotici della Squadra Mobile di Napoli, costantemente impegnata in  attività info-investigative finalizzate al contrasto del traffico e spaccio di sostanze stupefacenti, ha conseguito un significativo risultato, frutto di un assiduo monitoraggio dei luoghi dove vengono posti in essere gli illeciti traffici, che ha consentito l’arresto di un “corriere” nella flagranza di reato, ed il sequestro di una considerevole quantità di sostanza stupefacente, nella fattispecie HASHISH per un peso complessivo di chilogrammi 50,565 di un valore stimabile, sul mercato all’ingrosso, di circa 200.000 euro, nonché il sequestro dell’autovettura usata per il trasporto della droga. Nella giornata di ieri 08 c.m., personale della Sezione Narcotici, a seguito di una serrata attività info-investigativa, apprendeva che un’autovettura modello Opel Meriva si stava recando nella capitale con un ingente carico di HASHISH destinato al rifornimento delle c.d. “piazze di spaccio” romane. A seguito di quanto sopra il personale operante si metteva al rintraccio dell’autovettura sul tratto autostradale Napoli / Roma. L’Opel Meriva veniva rintracciata nei pressi di Cassino, pertanto, avendo fondato motivo di ritenere che fosse proprio l’autovettura con a bordo il carico di stupefacente, si decideva di fermarla. Con tale proposito, al fine di bloccare in totale sicurezza l’autovettura in questione che nella circostanza viaggiava a velocità sostenuta, si chiedeva l’ausilio di personale della sottosezione della Polizia Stradale di Cassino unitamente alla quale si bloccava l’autovettura Opel Meriva costringendola ad entrare nell’area di servizio subito dopo l’uscita di Cassino. Dal controllo accurato dell’autovettura si appurava che all’interno della stessa e precisamente nel vano portabagagli era celato l’ingente quantitativo di HASHISH. Nella circostanza veniva tratto in arresto un 22enne autista della Opel Meriva,  associato presso la casa Circondariale di Cassino e posto a disposizione della Procura della Repubblica di Cassino.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©