Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Napoli, sventata rapina ad autotrasportatore


Napoli, sventata rapina ad autotrasportatore
11/06/2011, 15:06

Provvidenziale l’intervento degli agenti della sezione “Antirapina”, della Squadra Mobile che, nella serata di ieri, sono riusciti a sventare una rapina ai danni di un autotrasportatore che riforniva di bevande e snack, l’industria aerospaziale “Alenia”. Grazie ad una scrupolosa attività d’indagine, supportata da pedinamenti e servizi di osservazione, i poliziotti hanno arrestato un’intera banda di rapinatori pugliesi che, con la complicità di una donna napoletana, con funzioni di basista, addetta alle pulizie all’interno dell’Alenia, stavano mettendo a segno un colpo.
Due fratelli di 25, 37 e 48 anni, con la complicità di una donna di 39 anni, avevano già pianificato, nei minimi dettagli la rapina. Negli ultimi due giorni, i poliziotti hanno accertato che la donna, in compagnia del 37enne a bordo di un’autovettura Mercedes ML, poi risultata intesta alla moglie di quest’ultimo, avevano anche pedinato l’autista del furgone al fine di tracciare il percorso che lo stesso compiva all’uscita dell’industria, in modo da stabilire quando e dove colpirlo. Ovviamente, gli ignari rapinatori, non si erano accorti d’essere, a loro volta, pedinati dagli agenti. Nella serata di ieri, la donna a bordo dell’auto, con un segnale convenuto, ossia l’accensione dei fari, indicava ai complici l’uscita del furgone dall’industria. Proprio quando i 3 fratelli, tutti a bordo di un’autovettura modello Saab, risultata poi da ricercare, avevano già indossato dei guanti in lattice ed uno di questi aveva imbracciato un fucile, pronti per tendere l’agguato, i poliziotti, giocando sull’effetto sorpresa, sono intervenuti. Ne è nata una violenta colluttazione, al termine della quale, con non poche difficoltà, gli agenti hanno ammanettato i 3, mentre un’altra pattuglia provvedeva a bloccare la basista. I poliziotti hanno sequestrato un fucile a canne parallele completo di 17 cartucce, una pistola di fabbricazione Yugoslava calibro 9 luger, completa di 11 cartucce stesso calibro, l’autovettura utilizzata dai rapinatori, nonché le targhe apposte, risultate oggetto di furto. L’autotrasportatore, oltre a bevande e snack, trasportava la somma di €.18,000 in contanti, quale incasso della giornata. L’intera banda è stata arrestata e condotta in carcere perché responsabile dei reati, in concorso tra loro, di tentata rapina, porto illegale di armi e munizioni, ricettazione dell’autovettura Saab, ricettazione delle targhe, resistenza e lesioni a PP.UU.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©