Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Arrestato uomo di 43 anni

Napoli, tenta di uccidere il fratello per prendere l'eredità

Fermato in tempo dagli agenti di polizia

Napoli, tenta di uccidere il fratello per prendere l'eredità
18/08/2012, 13:33

NAPOLI - Ha tentato di uccidere il fratello, ma è stato fermato dalla polizia. Gli agenti dell'Ufficio Prevenzione Generale hanno arrestato A. G., napoletano 43enne per i reati di tentato duplice omicidio aggravato e premeditato. I poliziotti sono intervenuti poco dopo le 12.00 di ieri in Vico Sopramuro Ave Gratia Plena, dove era stata segnalata una lite in famiglia. Gli agenti appena giunti sul posto sono stati avvicinati da un giovane 39 enne e nel mentre lo stesso narrava delle minacce di morte ricevute dal fratello questo si materializzava a bordo di una fiat 500 che ad elevata velocità,  proveniente da questa via Postica alla Maddalena tentava di investire il fratello ed i poliziotti, non riuscendoci. Il 43 enne fermata l'auto ha tentato di imbracciare una balestra caricata con dardi di metallo al fine di uccidere, ma è stato prontamente bloccato dai poliziotti che lo hanno arrestato. Gli agenti hanno accertato che l'uomo da prima che la madre morisse, lo scorso 5 agosto, aveva già minacciato di morte il fratello, in quanto era stato estromesso dai lasciti testamentari in favore della sorella che si era presa cura dell'anziana madre. L'uomo aveva cambiato le serrature della casa materna affinché la sorella ed il fratello non potessero più averne accesso, non contento aveva divelto tutte le porte interne e danneggiato l'immobile lasciando in vista un biglietto minatorio nei confronti del fratello. L'uomo è stato arrestato, in auto i poliziotti hanno sequestrato oltre alla balestra altri dardi ed un coltello da lancio; in un locale ad uso esclusivo dell'uomo  sono state rinvenute altre 56 frecce ed una mazza ferrata artigianale. L'uomo è stato condotto a Poggioreale.

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©