Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Napoli, tentano furto con la tecnica dello pneumatico forato

3 persone fermate dalla polizia

Napoli, tentano furto con la tecnica dello pneumatico forato
20/11/2013, 16:29

NAPOLI - Gli agenti della 6^ sezione “Criminalità” Diffusa” della Squadra Mobile della Questura di Napoli hanno eseguito un’ordinanza di applicazione della misura cautelare agli arresti domiciliari nei confronti di 3 pregiudicati: A.S., 55 anni, A.A., 67 anni, e C.O., 65 anni, per tentato furto in concorso.
L’operazione ha avuto uno sviluppo piuttosto insolito. Erano circa le 13,00 di ieri, quando una pattuglia di agenti in moto della Squadra Mobile, in via Marina, ha notato A.S. a bordo di una Renault Twingo, in compagnia di un’altra persona e, contemporaneamente, a poca distanza, C.O., alla guida di una Peugeot 205, tutti ben noti alla polizia.
Le due autovetture si sono messe dietro ad una Fiat Bravo, con a bordo una coppia e, ad un certo punto, C.O., sporgendosi con il busto fuori dal finestrino, ha forato con un coltellino lo pneumatico posteriore destro della “Bravo”.
I poliziotti sono subito intervenuti, provocando la fuga delle due autovetture, con il contemporaneo lancio del coltello usato per forare la gomma fuori dal finestrino, poi recuperato dagli agenti, i quali sono riusciti a bloccare i fuggitivi.
Non potendo dimostrare che i tre stavano per compiere un furto ai danni degli occupanti della Fiat Bravo, essendo intervenuti prima della consumazione del reato, i poliziotti hanno solo potuto denunciare C.O. per danneggiamento.
Ma, durante la stesura degli atti, è pervenuta alla polizia un’ordinanza di applicazione della misura cautelare agli arresti domiciliari nei confronti di C.O., A.S. ed una terza persona, A.A., 67 anni, emessa dalla XXXI sezione G.I.P. del Tribunale di Napoli per un analogo reato.
I tre, infatti, lo scorso 17 giugno, in via Reggia di Portici, avevano utilizzato la stessa tecnica della foratura dello pneumatico per derubare un turista straniero che viaggiava a bordo di una Chrysler insieme con la famiglia.
Anche in quel caso l’intervento degli agenti della Squadra Mobile aveva impedito la consumazione del reato, ed i tre erano stati denunciati per tentato furto in concorso.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©