Cronaca / Sangue

Commenta Stampa

Napoli: uccisa a coltellate mentre tenta di mettere pace


Napoli: uccisa a coltellate mentre tenta di mettere pace
12/10/2009, 11:10

Domenica di sangue a Ponticelli, in provincia di Napoli. Il tutto è iniziato con una lite che ha visto coinvolti due gruppi familiari: marito e moglie, ormai separati, con i familiari. La situazione è degenerata quando il padre del marito, Antonio Cocozza, 57 anni, ha estratto un coltello e ha colpito le donne dell'altra famiglia. Ha colpito con quattro fendenti la consuocera Anna Bevilacqua, 44 anni, colpendola allo stomaco, al fegato, e un colpo che le ha provocato una ferita che va dall'addome allo stomaco. Un colpo ha raggiunto la figlia Felice Amendola, 23 anni, colpita in maniera non grave al collo. Ma la peggio l'ha avuta Maria Busiello, 27 anni, amica della Bevilacqua, che era intervenuta per fare da paciera. E' stata colpita da più fendenti da Cocozza ed è morta dissanguata prima dell'arrivo dell'ambulanza. La Bevilacqua è stata ricoverata presso la clinica Villa Betania, dove è in fin di vita.
Come spesso accade, i familiari deila Bevilacqua hanno finito con il causare una rissa all'ingresso di Villa Betania, con parecchi danni; è dovuta intervenire la Polizia per sgombrare, mentre Cocozza è stato arrestato con le accuse di omicidio e tentato omicidio.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©