Cronaca / Droga

Commenta Stampa

Napoli, vedetta e pusher arrestati a Scampia


Napoli, vedetta e pusher arrestati a Scampia
18/03/2010, 11:03

NAPOLI – Lunedì pomeriggio, gli agenti del Commissariato P.S. Scampia, hanno arrestato Agostino Parisi, 22enne di Castelvolturno (Ce) e Raffaele Spagnoli, 31enne di Casoria, per spaccio di sostanze stupefacenti in concorso tra loro.

Nell’ambito di un servizio di appostamento volto all’individuazione dei soggetti dediti allo spaccio di sostanze stupefacenti all’interno del plesso edilizio SC/3 di Via Ghisleri, i poliziotti hanno avuto modo di poter osservare Parisi mentre scambiava indisturbato involucri con denaro. Il giovane stazionava sotto i porticati e protetto da due vedette, prelevava le dosi da vendere da un sacchetto di cellophane ben occultato sotto una lamiera che di volta in volta spostava.

Di fronte all’evidenza dei fatti, i poliziotti hanno quindi deciso di intervenire e nonostante l’avviso delle due vedette, subito dileguatesi, sono riusciti a raggiungere Parisi e a bloccarlo. Il giovane, al momento dell’arresto, custodiva all’interno di una tasca dei pantaloni la somma di circa 540 euro, in banconote di piccolo e medio taglio. Fattolo poi condurre in Commissariato da una pattuglia di colleghi, i poliziotti si sono messi alla ricerca delle due vedette, rintracciandone ed arrestandone una, e cioè Raffaele Spagnoli, presso la scala B del plesso SC/3.

Ritornati sul luogo dove Parisi nascondeva le dosi, i poliziotti hanno rinvenuto dietro la lamiera usata come nascondiglio, un sacchetto di cellophane all’interno del quale vi erano 11 bustine contenenti sostanza erbacea risultata poi alle analisi di laboratorio marijuana, nonché alcune stecche e frammenti di colore marrone risultati essere hashish per un peso complessivo di 14 grammi circa.

Agostino Parisi e Raffaele Spagnoli sono stati quindi condotti alla Casa Circondariale di Poggioreale.

Sono in corso le indagini per il rintraccio della seconda vedetta sfuggita alla cattura al momento dell’intervento.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©