Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Napoli, verifiche dei carabinieri su regolarità autoambulanze e taxi

Sequestrati mezzi senza assicurazione

Napoli, verifiche dei carabinieri su regolarità autoambulanze e taxi
09/09/2013, 17:20

NAPOLI - Malati trasportati su ambulanze circolanti senza assicurazione, non sottoposte a revisione o non provvisti delle obbligatorie dotazioni di bordo, questo è quanto hanno scoperto i carabinieri del comando provinciale di napoli nel corso di controlli eseguiti negli ultimi giorni per verificare la regolarità nella gestione delle ambulanze di associazioni di volontariato operanti nel capoluogo campano.
Per ultimo, stamattina, verifiche al “palabarbuto”, ove era in corso il test di ammissione al corso di medicina: i carabinieri del nucleo radiomobile di Napoli hanno scoperto che l‘ambulanza facente capo a un’associazione della provincia di Napoli era lì in servizio senza copertura assicurativa e che il mezzo non era stato sottoposto alla prescritta revisione periodica annuale.
Il conducente è stato multato per circolazione senza assicurazione e l’ambulanza sequestrata.
I controlli sono stati orientati a tutto campo per verificare se le associazioni fossero in possesso delle previste autorizzazioni, se i mezzi destinati allo scopo fossero idonei e con le dotazioni di bordo obbligatorie (ad esempio gli estintori), se gli autisti fossero in possesso delle patenti e delle abilitazioni speciali per i mezzi adibiti al trasporto di infermi.
Giorni addietro i cc avevano scoperto altre due ambulanze “fuori legge”, una davanti all’ospedale fatebenefratelli e l’altra al centro “palapartenope”; entrambe, prive di assicurazione e degli estintori previsti per legge, pertanto sequestrate.
Nella sede di una associazione di Chiaiano i militari dell’arma hanno scoperto che i 6 mezzi in dotazione erano provvisti di polizze false.
Il legale rappresentante e il materiale sottoscrittore delle polizze, ritenuti responsabili di “uso di atto falso e ricettazione”, sono stati denunciati.
Ad oggi, sono state sequestrate 3 ambulanze e 6 polizze assicurative false.
Sempre per accertare la regolarità dei documenti di mezzi impiegati nel trasporto pubblico, sono stati eseguiti controlli anche ai taxi.
18 tassisti sono stati scoperti a circolare senza copertura assicurativa e i loro mezzi sono stati sequestrati.
4 sono stati trovati in servizio con licenza comunale scaduta di validità e un tassista è stato sorpreso a esercitare la professione con certificato di abilitazione professionale scaduto.
2 taxi sono stati messi in circolazione senza essere stati sottoposti a revisione annuale.
2 conducenti sono stati denunciati per uso di atto falso essendo stati scoperti in possesso di certificati assicurativi contraffatti.
Nel corso delle attività sono stati altresi’ individuati 7 soggetti, apparentemente esercenti la professione di broker assicurativo, denunciati per truffa aggravata, avendo fornito certificati di assicurazione falsi a 8 inconsapevoli tassisti appartenenti a diverse cooperative operanti nel capoluogo. 6 dei citati broker non sono risultati iscritti al registro unico degli intermediari assicurativi e riassicurativi e sono stati segnalati all’istituto per la vigilanza sulle assicurazioni per esercizio abusivo dell’attivita’ di intermediazione.
10 polizze false rinvenute nella loro disponibilita’ sono state sottoposte a sequestro.
I servizi di controllo continueranno soprattutto al fine di tutelare i “trasportati”, infermi o comuni cittadini, che usavano e usano quotidianamente i mezzi per motivi di salute o di mobilità, del tutto ignari del rischio di non essere risarciti per eventuali sinistri occorsi su veicoli senza copertura assicurativa e guidati da utenti della strada “professionali”, dai quali ci si aspetta, sempre, la massima regolarità.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©