Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Napoli: Vomero, bloccato il nodo d’interscambio in via Fracanzano


Napoli: Vomero, bloccato il nodo d’interscambio in via Fracanzano
01/06/2010, 17:06


NAPOLI - "Che fine hanno fatto i lavori per il nodo d’interscambio in via Fracanzano al Vomero, tra le reti ferroviarie Circumflegrea e linea 1 della Metropolitana, un’opera fondamentale, nell’ambito dell’intermodalità, per il trasporto pubblico, con particolare riferimento al collegamento del Vomero con altre zone della città e della provincia". A chiederlo è Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, già presidente della circoscrizione Vomero - Un’opera pubblica attesa da anni, che finalmente, doveva vedere la luce con l’apertura del cantiere e l’istituzione di un apposito dispositivo di viabilità, così come indicato nell’ordinanza sindacale prot. n. 483 del 6 agosto del 2009. “A mio avviso è stato un errore non consentire l’apertura del cantiere il 7 settembre dell’anno scorso e rinviare tale apertura sine die, a seguito della protesta di alcuni commercianti della zona - prosegue Capodanno - Altrettanto sbagliato fu allora, rispetto alla salvaguardia dell’interesse collettivo a fronte degli interessi di poche persone, che si vociferasse di risarcimenti ed indennizzi che sarebbero caduti a carico dell’intera collettività. Il dato certo è che da allora sono passati quasi cinque mesi e non si è più saputo nulla dell’apertura del cantiere e dell’inizio dei lavori". "Al riguardo ricordo ancora una volta quanto si verificò in occasione della realizzazione della prima tratta del cantiere del metrò collinare, tra via Mario Fiore e piazza Vanvitelli, negli anni ’80, con lavori eseguiti a cielo aperto durati dal 1976 e fino agli inizi degli anni ‘90 – continua Capodanno - Le aziende commerciali e gli stessi cittadini dovettero convivere per lunghissimi anni con strade impraticabili e cantieri aperti, ma nessuno si sognò di chiedere indennizzi e risarcimenti. Si trattava, anche in quel caso, di un’opera pubblica fondamentale per il trasporto su ferro". "Quello che è accaduto è molto grave e meriterebbe l’attenzione degli organi di controllo – conclude Capodanno - Intanto prendiamo atto che, per tutelare gli interesse di pochi, è stata bloccata la realizzazione di un’opera pubblica di straordinaria importanza e che lo stesso criterio non viene seguito quando si tratta di realizzare opere private sulla pubblica via, come nel caso dei parcheggi interrati che stanno suscitando notevoli perplessità e proteste nei residenti e nei commercianti delle zone interessate, e che ciononpertanto vengono cantierizzati".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©