Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Napoli, zio e nipote avevano creato centrale di spaccio in casa


Napoli, zio e nipote avevano creato centrale di spaccio in casa
21/02/2011, 11:02

Venerdì mattina, gli agenti del Commissariato di Pubblica Sicurezza, “Torre Annunziata”, hanno arrestato G.E., 63enne pregiudicato e G.M.33enne anch’egli pregiudicato, entrambi di Torre Annunziata, per concorso i detenzione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti.

L’arresto è avvenuto nell’ambito di un’accurata attività investigativa che aveva portato i poliziotti ad identificare nell’abitazione del 63enne , situata in Via Melito, una vera e propria centrale per lo smistamento di sostanze stupefacenti.

Sabato mattina gli agenti si sono pertanto recati all’abitazione per procedere ad una perquisizione in grado di dare riscontro alle risultanze investigative. zio e nipote, hanno inizialmente provato ad impedire l’accesso all’appartamento in modo da poter permettere al più giovane di lanciare dalla finestra della camera da letto un borsone.

Il diversivo non ha dato i frutti sperati. Il borsone è stato infatti recuperato da altro personale del Commissariato che era appositamente trattenuto all’esterno dell’edificio.

All’interno del borsone sono state trovata diversi sacchetti di plastica ed involucri di carta cellophane trasparente contenenti complessivamente circa 1600 grammi di canapa indiana e circa 8140 grammi di hashish, nonché alcuni bilancini di precisione utilizzati per la pesatura ed il confezionamento della sostanza.

Successivamente è stata perquisita anche l’abitazione dove è stato trovato altro materiale utilizzato per il taglio ed il confezionamento della droga quali nastro adesivo da imballaggio, forbici, taglierini, carta cellophanata ed altro.

i due parenti sono stati quindi arrestati e condotti alla Casa Circondariale di Poggioreale.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©