Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

De Magistris: "Interessi incrostati, non ci fermeranno"

Napoli: Ztl, l'ombra della camorra dietro le proteste


.

Napoli: Ztl, l'ombra della camorra dietro le proteste
24/09/2011, 12:09

NAPOLI - Una nuova giornata di proteste contro la Ztl è stata scandita questa volta dai commercianti della zona di piazza Dante che hanno tentato di boicottare il traffico. Due lunghe ore di tensione, cassonetti della spazzatura rovescianti in strada, infine un tentativo di sfondare l’area transennata. Atti di protesta dietro cui ci sarebbe l’ombra della camorra. Dopo l’assessore Narducci, è il sindaco Luigi de Magistris a sottolinearlo, sostenendo che le rivolte sarebbero dovute alla rottura di “interessi incrostati da molti anni”. “Basta vedere gli episodi di ieri sera in piazza Dante, ma questo ci stimola a continuare e non ci ferma”, prosegue la fascia tricolore, mentre Francesco Nicodemo, responsabile comunicazione della Federazione provinciale del Pd di Napoli, dichiara: “È vergognoso che la zona a traffico limitato sia boicottata da un boss della camorra. I napoletani onesti, la stragrande maggioranza dei cittadini, hanno ancora una volta patito sulla propria pelle i mali derivanti dalla presenza dei clan. Ma davanti a quella che è stata una vera e propria sfida lanciata allo Stato, la parte civile di Napoli, le istituzioni, le forze dell'ordine, i partiti, le associazioni, i cittadini onesti non possono arrendersi: devono ancora di più fare sistema e dimostrarsi uniti”.

Commenta Stampa
di Davide Gambardella
Riproduzione riservata ©