Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Complici 3 dipendenti dello scalo aeroportuale di Fiumicino

Narcotraffico dalla Colombia, 34 arresti a Roma


Narcotraffico dalla Colombia, 34 arresti a Roma
27/03/2012, 09:03

ROMA - Le indagini svolte contestualmente all'operazione "Calma piatta" hanno permesso al Nucleo operativo della Compagnia di Roma Casilina di sgominare una banda di narcotrafficanti che operavano lungo la "direttrice" Colombia-Italia. Complessivamente si contano 50 indagati, ai quali è stata notificata l'ordinanza emessa dal Gip del Tribunale di Roma che ha accolto la richiesta della Procura della Repubblica.

I Carabinieri del Comando provinciale di Roma sono impegnati dall'alba nell'arresto di decine di persone appartenenti all'organizzazione criminale. Fino ad ora sono state arrestate 34 persone con l'accusa di associazione a delinquere finalizzata al traffico internazionale di sostanze stupefacenti. L'organizzazione riusciva ad aggirare i controlli doganali e a gestire senza problemi il traffico internazionale di droga grazie alla complicità di tre dipendenti infedeli di una società incaricata dei servizi di facchinaggio presso l'area di carico e scarico merci dello scalo aeroportuale di Fiumicino. I tre dipendenti intercettavano i pacchi contenenti cocaina appena sbarcati dagli aeroporti, prima che potessero essere sottoposti a controllo doganale, rendendo possibile, in questo modo, l'introduzione in Italia delle droga proveniente dal paese sudamericano.

L'indagine, iniziata nel 2009 in seguito ad un episodio di tentato omicidio, ha consentito di individuare tre diversi gruppi criminali a cui appartenevano i 50 indagati, che operavano nei quartieri di Cinecittà, Monteverde e Montesacro e che si coordinavano tra loro per gestire lo spaccio di cocaina, eroina e hashish.

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©