Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L'hotel è gestito da studenti del Trentino

Nasce ad Ancona "L'albergo della legalità"


Nasce ad Ancona 'L'albergo della legalità'
23/05/2012, 18:05

ANCONA - L'albergo gestito a Senigallia (Ancona) da un gruppo di studenti trentini, nell'ambito di un progetto formativo unico in Europa, è diventato «L’albergo della legalità» nella giornata in cui l'Italia rende omaggio a Giovanni Falcone, ucciso dalla mafia 20 anni fa a Capaci. Oggi, i 50 studenti dell'istituto don Milani di Rovereto che stanno animando l'iniziativa cofinanziata dal Fondo sociale europeo, hanno lavorato esclusivamente sull'anniversario, esponendo lenzuola con una frase di Giovanni Falcone e la scritta «hotel della legalità». Una studentessa ha intervistato via Skype il vice presidente della Commissione speciale antimafia dell'Unione europea Rosario Crocetta, già sindaco di Gela, la cui testimonianza sarà disponibile sul sito della scuola (www.domir.it) attraverso un link con la web-tv coordinata dai ragazzi. Un'altra ha raccontato la propria vicenda di testimone diretta di un'esplosione. Altri 40 studenti (e quattro docenti) dello stesso istituto di Rovereto, guidato dalla più giovane dirigente scolastica del Trentino, Daniela Simoncelli, sono in Sicilia per partecipare ad una serie di attività in collaborazione con Libera. Altri tre allievi si sono imbarcati sulla nave della legalità, partecipando a Palermo alla commemorazione della strage di Capaci. Da otto anni l'istituto don Milani di Rovereto sperimenta la gestione di un hotel; da quattro anni anche in trasferta nelle Marche, al Sayonara di Senigallia, affidandone ogni responsabilità ai ragazzi di quarta superiore (la gestione invernale si tiene alla Polsa di Brentonico, in Trentino.

Commenta Stampa
di Valerio Esca
Riproduzione riservata ©