Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Nasce il primo bookcrossing a tema ambientale in penisola sorrentina


Nasce il primo bookcrossing a tema ambientale in penisola sorrentina
12/02/2013, 13:04

 
 
Il Centro Meridionale di Educazione Ambientale, in collaborazione con il Comune di Sorrento, propone l’iniziativa “Air BookCrossing”, il primo  bookcrossing a tema ambientale in penisola sorrentina.
L'iniziativa sarà presentata domani, 13 febbraio, presso la sede del Cmea, a Sorrento, in occasione del terzo incontro del ciclo "La cultura dell'aria", che vedrà protagonista Nives Reale e la sua relazione sul tema "Il codice del volo. Il genio e le utopie di Leonardo da Vinci".
"Grazie al Cmea prosegue questo viaggio affascinante tra narrazione ed esperienze scientifiche che porta studenti e docenti della penisola sorrentina  a confrontarsi sui temi legati all'ambiente - sottolinea il sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo - In maniera originale si continua così un percorso di conoscenza consapevole dell’elemento aria, componente essenziale per la vita sulla terra e nello stesso tempo strumento di ispirazione per scrittori ed artisti".
"La nostra sede diventerà luogo di passaggio e di scambio per i libri dedicati a temi della cultura dell’aria - spiega il direttore del Cmea, Giovanni Fiorentino - Dall’approccio specificamente ambientale ed ecologico, alla poesia, dalla narrativa, alla forma saggio, i docenti curatori del corso hanno raccolto una cinquantina di titoli che daranno vita con la partecipazione dei corsisti al primo “Air BookCrossing”. L’idea è quella di far circolare insieme ai libri messi a disposizione dal Cmea, idee e cultura ambientale con una prospettiva ampia, interdisciplinare e intergenerazionale". 
Tutti i partecipanti, ragazzi e docenti, si impegnano a prendere un libro, portandone in cambio uno a scelta propria, senza lasciare mai la sede del Centro sguarnita. 
"A partire dai classici, la filosofia di vita de Il gabbiano di Richard Bach o il grande fascino di un romanzo come Il profumo di Suskind ad agili strumenti di divulgazione scientifica, ad esempio Aria di Paztchett - conclude Fiorentino - fino ai romanzi fantascientifici di Jules Verne e la creatività aerea e musicale di Giovanni Allevi".
 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©

Correlati