Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Nascondevano revolver nell'officina: 2 pregiudicati in manette


Nascondevano revolver nell'officina: 2 pregiudicati in manette
29/08/2012, 10:08

Gli agenti della sezione “Antirapina” della Squadra Mobile, nella serata di ieri, hanno arrestato due pregiudicati di 56 anni e di 57anni, perché responsabili, in concorso tra loro, di detenzione illegale d’arma clandestina con relativo munizionamento, nonché per il reato di ricettazione della stessa arma.
L’arresto dei poliziotti, scaturito a seguito di un attento monitoraggio di pregiudicati del Pallonetto di Santa Lucia, che da anni sono in guerra con quelli dei Quartieri Spagnoli, è il frutto di un’articolata indagine che, nel corso degli anni, ha portato all’arresto di altri esponenti facenti parte alle due fazioni camorristiche. Dopo l’omicidio di Gennaro TODISCO, cognato del 56enne, alter ego degli Elia, avvenuto in Via Conte di Mola, tra i due gruppi criminali, nonostante un’apparente “pace”, i dissapori sono continuati, creando così l’esigenza di reperire armi per fronteggiarsi. I poliziotti, dopo essere riusciti ad individuare un’officina meccanica, nella disponibilità dei due arrestati, in Via Supportico d’Astuti, utilizzata come base logistica per il deposito di armi, hanno fatto irruzione al suo interno. In un pensile, avvolta in un panno di stoffa, gli agenti hanno rinvenuto e sequestrato un revolver del tipo Cobra calibro 38special, completa di 6 cartucce e perfettamente funzionante. I due pregiudicati sono stati arrestati e condotti al carcere di Poggioreale. Gli accertamenti tecnico-balistici della Polizia Scientifica potranno rivelare l’eventuale impiego dell’arma in episodi criminosi avvenuti recentemente.

Commenta Stampa
di Fabio Iacolare
Riproduzione riservata ©