Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Condannato nel 2012, era latitante dal 2011

'Ndrangheta, arrestato il boss Labate

Arrestato anche un altro latitante a Roma Termini

'Ndrangheta, arrestato il boss Labate
14/07/2013, 09:38

REGGIO CALABRIA - La squadra mobile di Reggio Calabria ha individuato ed arrestato Pietro Labate, boss latitante dell’omonima cosca, egemone nel Quartiere Gebbione della città. L’uomo, 62 anni, era recentemente entrato a far parte della lista dei latitanti più pericolosi a livello nazionale.

Accusato di associazione mafiosa ed estorsione, Labate era latitante dell’aprile 2011, quando riuscì a sfuggire alla cattura nell’ambito dell’operazione “Archi”, nel corso della quale la squadra mobile aveva arrestato capi e gregari delle cosche Tegano e Labate. Condannato a luglio 2012, Labate è stato individuato ed arrestato a Reggio Calabria al termine di una lunga indagine condotta dalla Direzione distrettuale antimafia.

Poco dopo è stato arrestato anche un altro latitante, Francesco Nirta, presumibilmente vicino alle cosche Nirta e Mammoliti della ‘ndrangheta. La Guardia di Finanza ha individuato Nirta alla stazione Termini di Roma ed ha bloccato l’uomo su un treno per Reggio Calabria poco dopo la partenza. L’uomo ha provato a mostrare un documento falso, ma alla fine ha ammesso la sua vera identità.

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©