Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Orrore a Venezia

Nei guai gestore di un locale, faceva bere sangue ai suoi clienti

Coinvolti ragazzi trevigiani di 17 e 18 anni

Nei guai gestore di un locale, faceva bere sangue ai suoi clienti
23/11/2012, 10:05

VENEZIA – Sangue al posto di un drink. E’ finito per questo nei guai il gestore di un locale veneziano, che da qualche tempo aveva fatto diventare questo gesto una prassi. Acconsentiva alle richieste di alcuni giovani clienti, attratti dal fenomeno del vampirismo. Si tratta di ragazzi trevigiani, tra i 17 ed i 18 anni.

Secondo alcune indiscrezioni il titolare del locale era noto per essere un po’ stravagante: avvicinava i ragazzi che riteneva più abbordabili e li avviava a queste pratiche vampiresche. Pare che il sangue che offriva ai clienti, fosse proprio il suo. 

La denuncia arriva dal Gris (Gruppo ricerca e informazione socio religiosa), che da 26 anni si occupa e studia il fenomeno delle sette. “Purtroppo quello del vampirismo è un fenomeno in rapida ascesa, alimentato ultimamente dal cinema e dalla televisione attraverso film e telefilm o da feste come Halloween. Dal vampirismo – denunciano dal Gris -  è poi facile passare in gruppi esoterici fino ad arrivare al satanismo, ai gruppi acidi dove si consumano droghe di vario tipo o rossi basati su pratiche sessuali”.

Secondo i dati dell'associazione, sono 35 le sette e le chiese sataniche in Veneto e coinvolgono circa 300 persone.

 

 

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©