Cronaca / Curiosità

Commenta Stampa

Lo rivelano i dati raccolti

Nel 2013 la qualità della vita in Italia è migliorata


Nel 2013 la qualità della vita in Italia è migliorata
30/12/2013, 13:50

Incredibili i dati del 2013: contro tutte le previsioni, la qualità della vita è migliorata in molte aree del Paese rispetto all'anno precedente, soprattutto nelle aree del centro-nord assegnando la palma di migliore a Trento e la maglia nera a Crotone: a certificarlo è la 15/ma edizione de 'L'indagine sulla qualità della vita nelle province italiane' secondo la quale nell'anno che sta per chiudersi 59 province su 110 hanno fatto registrare standard di vita buona o accettabile, ribaltando così le 42 su 103 (questo il numero complessivo degli enti nel 2012) della scorsa edizione. Ma soprattutto, evidenziano gli autori dello studio, con quello di quest'anno si archivia il risultato migliore degli 5 anni e uno dei più soddisfacenti dalla prima edizione dell' indagine.

Per quanto riguarda le metropoli o comunque le grandi città italiane, balzo in avanti della provincia di Milano che guadagna 2 posizioni rispetto al 2012 e 12 dal 2010, attestandosi in 37/ma posizione. Meno brillante Torino, che cede 3 posizioni e si porta al 49/mo posto della classifica generale, in affanno le province di Roma, che perdono 2 posizioni, andando ad occupare la 64/ma posizione, e Napoli, stabile su posizioni di coda (105/mo posto).

Ecco invece il quadro delle province della penisola relativamente alla dimensione salute: al primo posto torna Pisa che riguadagna il vertice dopo il secondo dell'anno scorso, seguita da Milano - grazie a un colpo di reni che la fa risalire dall'11/ma piazza in cui era affondata del 2012 - Isernia, Siena e Roma, che con il quinto posto recupera 3 posizioni.

Commenta Stampa
di Elisa Manacorda
Riproduzione riservata ©