Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il Giudice coinvolto in numerosi casi poco chiari

Nella lista Falciani spunta il nome del Giudice Grossi, indagata


Nella lista Falciani spunta il nome del Giudice Grossi, indagata
01/03/2011, 09:03

MILANO - Dalla lista Falciani - una lista di persone che avevano conti cifrati presso la Hsbc Private Bank, resa nota ai magistrati europei dall'ex dipendente Hervè Falciani - spunta un nome particolare: il giudice Maria Rosaria Grossi. Si tratta di un Giudice civile del Tribunale di Milano, contro cui a Brescia è attivo un procedimento penale per concussione (nell'indagine era contestato anche il reato di abuso d'ufficio, poi archiviato). Dal punto di vista amministrativo, è facile che non ci siano conseguenze: la posizione è attiva solo fino al 2003 e nel frattempo, tra condoni e scudo fiscale, ci sono state molte occasioni per sistemare la vicenda. Ma il fatto che ci fosse questo conto getta un'ombra negativa sul comportamento del giudice, che è stata coinvolta in molti processi civili che hanno interessato le cronache.
Per esempio, era uno dei giudici a cui fu assegnato il giudizio sul lodo Mondadori, nonostante all'epoca avesse una relazione con l'avvocato Bruno Giordano che lavorava per il gruppo assicurativo di Silvio Berlusconi. Intervenne anche quando la Mondadori acquistò Radio 101, non come giudice, ma come parte attiva nelle trattative e nella formulazione del contratto. Fu anche giudice delegato nel fallimento della società Arcado, una società sarda, i cui terreni - attraverso l'intervento di una società con sede alle British Virgin Islandm gestita dal fiduciario Filippo Dolfuss - sono poi stati ceduti alla Idra, società immobiliare di Berlusconi, e adesso fanno parte di Villa Certosa.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©