Cronaca / Sangue

Commenta Stampa

Il bambino è ricoverato al Gemelli in condizioni gravissime

Neonato buttato dal balcone, arrestata cugina della madre


Neonato buttato dal balcone, arrestata cugina della madre
19/05/2009, 19:05

Tentato omicidio. Sulla vicenda del neonato caduto dal primo piano di un appartamento di Viterbo crolla la versione ufficiale e si fa strada: non sarebbe scivolato per un incidente ma una parente di secondo grado della donna, una cugina, avrebbe gettato il piccolo dal primo piano dell’appartamento di Viterbo. Gli agenti della Squadra mobile di Viterbo stanno eseguendo un provvedimento di arresto nei confronti della sospettata, con l’accusa di tentato omicidio.

Il bimbo, appena quindici giorni, è precipitato intorno alle 13 di oggi da una finestra ai primi piani di un palazzo di via Monte Bianco a Viterbo, dove abitano i nonni. L’allarme è stato dato da una vicina di casa che ha notato il corpo del bambino immobile a terra ed ha avvisato i sanitari. Pochi minuti dopo il neonato è stato intubato e trasportato in elicottero al policlinico Gemelli di Roma, dove è attualmente ricoverato in terapia intensiva in condizioni molto gravi. Nella caduta il piccolo ha riportato alcune fratture, non è escluso che si renda necessario un intervento chirurgico.

La madre del bambino è stata interrogata per oltre due ore nell’ospedale Belcolle a Viterbo, dove è ricoverata in osservazione, dal pm Laura Centofanti e dal capo della Squadra mobile, Fabio Zampaglione. A quanto si è appreso, la giovane madre non avrebbe fornito nessun chiarimento sull’accaduto.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©